Gestione del cambiamento (Change management)

ES FR IT
Fai una domanda
Un ambiente di lavoro si evolve molto velocemente e, proprio per questo motivo, deve innovare e sapersi innovare per essere competitivo. I progetti informatici sono per loro natura il cuore dell'innovazione dell'impresa e provocano, al momento della loro attuazione, una rottura del processo di lavoro e una modifica delle pratiche degli utenti. Il fattore umano rappresenta in questo tipo di progetti la causa principale di fallimento.

Gestione del cambiamento

Il Change management (tradotto in italiano Gestione del cambiamento) punta a facilitare l'accettazione dei cambiamenti indotti dall'attuazione di un nuovo progetto e a ridurre i fattori di rigetto. Il change management consiste nell'anticipare i rischi, definire e attuare un processo che permettono di trovare una soluzione in condizioni ottimali. I processi di change management sono generalmente basati sul seguente trittico:

Partecipazione, associare gli utenti dall'inizio del progetto, soprattutto considerando i loro pareri e facendo in modo che il prodotto finale corrisponda alle loro attese;

Comunicazione, definire un dispositivo di comunicazione che durante tutto il progetto permetta agli attori dell'impresa di capire e accettare i cambiamenti in arrivo, nonché d'essere informati sull'avanzamento del progetto stesso;

Formazione, assicurarsi che gli utenti abbiano acquisito le conoscenze teoriche e pratiche necessarie.

Il coinvolgimento e la partecipazione delle persone nel processo è un fattore chiave del successo, il change management non si limiterà quindi a delle azioni di formazione o sensibilizzazione.

Foto: © Pixabay.
Jean-François Pillou

I nostri contenuti sono creati in collaborazione con esperti di high-tech, sotto la direzione di Jean-François Pillou, fondatore di CCM.net e digital director del Gruppo Figaro. CCM è un sito di high-tech leader a livello internazionale ed è disponibile in 11 lingue.

Scopri di più sul team CCM

Potrebbe anche interessarti