Cancellare disco D virtuale dal disco fisso C [Chiuso]

Posti
5
Data di registrazione
sabato 30 maggio 2015
Ultimo intervento
14 giugno 2015
- 30 mag 2015 alle 14:22 - Ultima risposta:
Posti
5
Data di registrazione
sabato 30 maggio 2015
Ultimo intervento
14 giugno 2015
- 14 giu 2015 alle 10:32
Questa è una sfida riservata soltanto ai veri esperti del computer.
La macchina in questione non ha valore commerciale, si tratta di
un vecchio portatile HP 4010, memoria disco 32 GB, unità disco
TOSHIBA MK3025GAS.
Un programma si è impossessato dell' hard disk creando un disco
virtuale : Disco da 4025 MB su DISK MBR.
D: PARTIZIONE 1 <WINXP_SP3> [FAT]
Tutti i programmi di cancellazione o formattazione del disco C in
circolazione non riescono ad eliminarlo, giustamente loro ripuliscono
come richiesto il disco C, ma quel programma gli sfugge perché si è
nascosto nel disco virtuale D.
Sono pochissimi i programmi che ne rilevano l' esistenza, la maggior
parte di loro vedono soltanto i 28 GB liberi.
Tentando di ricaricare il sistema WINXP, si ottiene la risposta:
Impossibile scrivere su disco perché protetto da scrittura.
Rimuovere la protezione della scrittura dal volume WINXP_SP3
nell' unità \DEVICE\HARDDISK1\DR2.

Voglio aggiungere un' ultima considerazione, si ha l' impressione
di aver a che fare con un programma vivo, attivo, pensante, che ad
ogni mossa reagisca con una contromossa. E' arrivato al punto di
disabilitare l' ingresso USB, modificare l' opzione di invio costringendo
la macchina ad avviarsi sul disco C e aveva annullato il SET UP, il tasto
F10 non funzionava più. Praticamente il computer era morto, si accendeva
solo sul disco che è vuoto, non riceveva i comandi dalla tastiera e quindi
aveva tolto la possibilità di contrastarlo ed attaccarlo tramite l' ingresso USB.
Con un colpo di fortuna, simulando di suonare l' organo sulla tastiera, è stata trovata la giusta combinazione dei tasi per riabilitare il SET UP, ma bisogna
tener presente che ogni volta che lo spengo e poi lo riaccendo, il programma
continua a rispondere sempre con modifiche di impostazione sempre nuove,
ogni volta è una lotta per attivare l' ingresso USB, quindi non si può operare
con i soliti programmini insulsi, fare esperimenti soltanto per vedere se e come
risponde la macchina ad un certo stimolo, sarebbe opportuno picchiare duro al
più presto, non so quanti colpi di fortuna ho ancora a disposizione.
Ripeto, non è per il valore della macchina, è per la sfida, la soddisfazione di
riuscire a sconfiggere un mostro che si è installato nel disco fisso bloccando il
sistema operativo.
Un grazie a tutti coloro che troveranno stimolante questa avventura.
Altro... 

14 risposte

Posti
5407
Data di registrazione
lunedì 4 luglio 2011
Ultimo intervento
giovedì 5 luglio 2018
- 30 mag 2015 alle 16:02
0
Grazie
Ciao,
E possibile di cancellare D dell registro nella voce salvare / cancellare
2 valore;
Questa chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\MountedDevices
Salvare poi cancellare la valore:
\DosDevices\D:
Intanto mille grazie per l' interessamento. Nelle ultime accensioni, sullo schermo
nero in alto a sinistra appare la scritta '' entering '' e di fianco inizia il conteggio dei
kilobytes,. Arrivato a poco più di 490.000, si ferma, appare un OK, poi in basso
si creano tre piccole finestre azzurre, la prima per accettare le modifiche, la seconda
per rifiutare, la terza per avviare il set up. Io clicco sul SET UP, appare una nuova minuscola finestra con scritte al limite del leggibile in inglese, è la pagina del set up che normalmente si attiva col tasto F10. Modifico lingua, opzione dispositivo, opzione avvio, lo spengo e lo riaccendo immediatamente, perché se attendo un secondo in più, ricomincia dal conteggio dei kilobytes. Durante l' accensione tengo premuto il tasto F10, in questo modo mi appare finalmente la pagina del SET UP in grandezza
normale, che ingannevolmente ha mantenuto la lingua italiana, ma ormai so che devo tornare a modificare l' opzione dispositivo USB e l' opzione invio perché la modifica precedente era già stata annullata. Spengo, lo riaccendo e posso caricare
sulla memoria virtuale un MINI WINDOWS XP, ed entrare nel DOS. Le chiavi da te cortesemente suggerite le posso immettere con questo sistema?
Io non ho altro mezzo per entrarci, o col DOS del mini Windows xp, oppure sparandogli dentro un programma dall' ingresso USB, su disco o su chiavetta. Grazie ancora, ciao.
Posti
22862
Data di registrazione
giovedì 19 marzo 2009
Stato
Contribuente
Ultimo intervento
venerdì 29 dicembre 2017
- 1 giu 2015 alle 18:00
0
Grazie
ciao,
non capisco bene il problema.. comunque ti suggerisco bootare su una distribuzione linux (es. ubuntu) da CD o chiavetta USB. poi con il programma Gparted cancellare (cancellare, non è formattare) tutte le partizione per ottenere un disco non formattato (spazio allocato = 0byte)

per creare una chiavetta ubuntu bootabile:
scarica Ubuntu Live e salva il file ISO sul computer http://releases.ubuntu.com//quantal/ubuntu-12.10-desktop-i386.iso
poi scarica http://unetbootin.sourceforge.net/ ed avvialo
seleziona "Diskimage" invece di "distribuzione"
clic su "..." trova il file iso che hai scaricato quindi OK
poi in "Type" = USB Drive"
Drive: Non sbagliare chiavetta USB

Ps: la chiavetta deve essere formattata in FAT32

riavvia il PC da chiavetta USB, nella prima schermata scegli prova ubuntu senza installarlo
caricato il sistema cerca il programma "Gparted", "disk manager" o "partition manager" per cancellare il disco
Ciao, grazie per la risposta. Allora provo a spiegare meglio la questione.
Dentro al disco C si è installata una brutta bestia che si è impadronita di
4 Gbytes, ne utilizza 1,5, il restante lo tiene libero a sua disposizione.
Questa porzione di disco l' ha rinominata disco D. In questo modo tutti i
comuni programmi in circolazione progettati per risanare l' hard disk non
riescono a raggiungerlo. Eraser, Wipe disk, Kill disk , spacca tot e ciuccia chè e ciuccia là sono letteralmente buttati fuori da questo trucco. Questa brutta bestia
quando li vede arrivare gli dice: '' Fermatevi qui, dove c' è un confine che non
potete oltrepassare. Voi siete stati creati per formattare il disco C, il vostro compito
l' avete portato a termine. Ma qui non potete entrare perché da questo punto in
avanti inizia il disco D. Non credere che sia una pazzia. Conosci i computers Lenovo.? Chi acquista un Lenovo con l' Hard Disk da 500 Gb, scopre che 25 Gb
sono occupati da un programma di gestione della macchina. Questo programma
è caricato sul disco C e nominato in questo modo D: LENOVO.
Questo meccanismo da un lato è meraviglioso, tutto ciò che gira in rete, tutte le
schifezze che possono attaccare il sistema operativo non possono danneggiare il programma Lenovo perché nominandosi disco D: si rende inaccessibile. Se uno si trova il sistema operativo bloccato, schiaccia il tasto NOVO posto sul lato della
macchina, avvia il programma OneKey Recovery e ripristina il sistema operativo.
Da un lato è bellissimo questo meccanismo, ma cosa effettivamente faccia il programma Lenovo all' interno del computer non lo sa nessuno, è completamente
fuori controllo, può violare la privacy dell' utente in ogni momento, può raccogliere dati
e inviarli chissà dove. IO non escludo che la brutta bestia che mi è entrata nel computer, che ha preso possesso di 4 Gb nominandoli disco D: e da quella posizione privilegiata impedisce l' utilizzo dei restanti 28 Gb del disco, non sia altro che una specie di esperimento introdotto in rete per vedere se esiste qualcuno in grado di scardinare questo meccanismo. Ovvio che se una persona col computer in queste
condizioni lo porta a far riparare, i tecnici non stanno a perdere tempo, dicono al cliente che il disco fisso è danneggiato irrimediabilmente e lo sostituiscono.
Pensiamo a questo fatto : la Lenovo è Cinese. In Cina sono pochissime le persone che possono acquistare un computer, sono i ricchi, gli industriali, quelli insomma che
fanno girare tanta merce e tanto capitale. Il Governo cinese ha un forte interesse nel tenere sotto controllo queste persone, e il meccanismo di gestione del computer Lenovo ha tutte le caratteristiche di base per adempiere a questo compito.
Addio alla libertà, addio alla privacy. Potrebbe essere stato creato questa specie di
virus dal Governo cinese, dalla stessa Lenovo oppure da utenti cinesi che cercano in questo modo un' aiuto dall' occidente per studiare il modo di liberare i loro computers da questo meccanismo di controllo. Certamente in Cina non possono esistere in rete forums in cui risolvere i problemi del computer come accade qui da noi. Se qualcuno organizza una cosa del genere lo mettono ai lavori forzati.
Comunque tornando al problema, il disco C è un oggetto reale, il disco D è virtuale,
non esiste fisicamente, è uno sporco trucco. Ringrazio chi mi ha infettato il computer, fino a quel momento non mi sono mai interessato ai suoi meccanismi di funzionamento, davo per scontato che andasse sempre bene, lo trovavo quasi noioso, banale. Ma ora è tutto cambiato, è nata una nuova passione.
Ora è guerra.
Posti
22862
Data di registrazione
giovedì 19 marzo 2009
Stato
Contribuente
Ultimo intervento
venerdì 29 dicembre 2017
> rollo1961 - 2 giu 2015 alle 16:52
  • Hai provato quello che ti ho suggerito?
  • "Questa porzione di disco l' ha rinominata disco D"
    • si visualizza in Risorse del computer?
    • quando l'apri che succede?
  • "Conosci i computers Lenovo..."

la partizione recovery non è specifica ai lenovo... quasi tutti i brand l'utilizzano da anni
  • "perché nominandosi disco D: si rende inaccessibile" non è perché viene nominato D:, ma perché è protetto. comunque qualsiasi partizione recovery di qualsiasi marca in qualsiasi computer è formattabile e cancellabile.
  • "ma cosa effettivamente faccia il...... leggendo ciò.. mi sembri avere una fobia
  • "la Lenovo è Cinese. In Cina...." se il governo cinese voleva controllare i computer lenovo tramite virus o altro non l'avrebbe fatto con un partizione recovery perché sarà facilissimo a scoprirlo e farlo sapere al mondo.

Ps: se posso aggiungere: hai molti pregiudizi sulla Cina, che personalmente non quoto :)
  • "Comunque tornando al problema...."

provo a spiegarti una cosa sui dischi:
  • partendo dalla logica che un disco può essere:
    • o formattato o non formattato (il termine formattato non vuol dire vuoto come lo pensano tantissimi, ma al quale viene assegnato un file system)
    • o reale/fisico o virtuale/semplice file: disco reale riconosciuto dai sistemi operativi invece un disco virtuale è un semplice file sul disco riconosciuto dai programmi di virtualizzazione.

come detto prima qualsiasi disco fisico (o partizione) è formattabile e cancellabile solo se è danneggiato fisicamente.
Nel tuo caso le restrizioni di formattazione possono essere causate da una protezione o un virus nel MBR ad esempio
puoi agire sul disco avviando il computer da una chiavetta USB o montando il disco come slave in un altro computer oppure inserendolo in un box USB per HD esterno
0
Grazie
Scusa ma ancora non ho provato il tuo suggerimento perché hai iniziato
il discorso con una frase alquanto dubbia, dicendo che non avevi capito
il problema. Andando per logica è difficile prendere in considerazione una
soluzione presentata in questo modo. Comunque adesso ci provo e ti
comunico l' esito al più presto. Ciao e grazie
Ho scaricato Ubuntu, ma non col tuo link, non funziona, gli ho dovuto
cancellare la parte finale, ma sono entrato lo stesso nel sito, ho cliccato su
vecchie versioni, rintracciato il file, l' ho salvato. Occupa 771 Mbytes,
la memoria del computer e di solo 490 Mbytes, quindi non posso avviarlo
come hai suggerito di fare. Ma oggi questo non è il problema,
la grossa novità sta nel fatto che il computer non accetta più input
dall' esterno. Avevo deciso di provare lo stesso procedendo con l' installazione
di ubuntu, per far prima l' ho masterizzato su dvd, ma quando ho acceso il
computer ho scoperto che la brutta bestia ha fatto una nuova mossa :
sullo schermo appare la scritta :

RIMUOVERE SUPPORTI
PREMERE UN TASTO PER RIAVVIARE
-

Così si presenta oggi, e quel trattino che vedi lampeggia, come a indicare
che è in attesa di un comando. Ma io in quel trattino lampeggiante vedo la
bestia che mi dice : '' Dai, vediamo se ce la fai anche questa volta ''.
Schiacciando qualsiasi tasto appare un' altra scritta :
Non - system disk or disk error
replace and strike any key when ready
Ho scaricato e sto studiando un casino di guide, alla ricerca di un' eventuale
comando sulla tastiera per avviare il lettore cd. Ho pensato ai tasti rapidi, alle
cosiddette scorciatoie, che difficilmente utilizzo, quindi ora non mi rimane altro
da fare che individuare il comando giusto per riprendere il controllo della macchina.
Intanto mi informo se sia possibile sostituire l' hard disk con il computer acceso.
Potrei montargli un hard disk nuovo / usato per accenderlo, poi provare a rimontare
quello con la bestia dentro, e continuare la caccia. Penso che la gestione della macchina
sia amministrata dalla Ram, quindi l' operazione potrebbe riuscire.
Comunque questa è l' ennesima prova che quella bestia è attiva, e cerca di
proteggersi dagli attacchi esterni. Chiaramente possiede varie contromosse,
ora sta vincendo, ma mentre al livello in cui l' hanno programmata, io sto crescendo
in conoscenze, e prima o poi la stronco.
Posti
22862
Data di registrazione
giovedì 19 marzo 2009
Stato
Contribuente
Ultimo intervento
venerdì 29 dicembre 2017
> rollo1961 - 4 giu 2015 alle 16:47
"Occupa 771 Mbytes, la memoria del computer e di solo 490 Mbytes, quindi non posso avviarlo come hai suggerito di fare."
scusa ma cosa c'entra la memoria qui ?

"Non - system disk or disk error "
vuol dire che non è stato rilevato un sistema avviabile su una periferica (HD, CD, USB, ...)

"Intanto mi informo se sia possibile sostituire l' hard disk con il computer acceso."
assolutamente NO.. non puoi.. (si fa solo con le periferiche Hot swap)

Quindi non riesci ad avviare da CD, il file ISO ubuntu l'hai masterizzato in modalità Immagine disco, giusto?
rollo1961 >
Posti
22862
Data di registrazione
giovedì 19 marzo 2009
Stato
Contribuente
Ultimo intervento
venerdì 29 dicembre 2017
- 4 giu 2015 alle 23:35
In questo momento la brutta bestia sta vincendo. Il computer è tecnicamente morto,
completamente sotto il suo controllo. Continuo a consultare guide e manuali riguardanti i tasti rapidi e i vari comandi dalla tastiera, ma non riesco a trovare quello
per avviare il CD. Ogni tanto per sfogarmi provo a suonarci sopra, spero sempre in un nuovo colpo di fortuna. Mi spiace, per ora sono bloccato, ogni tentativo è rimandato.
Posti
22862
Data di registrazione
giovedì 19 marzo 2009
Stato
Contribuente
Ultimo intervento
venerdì 29 dicembre 2017
- 5 giu 2015 alle 12:23
senti.. secondo me, non c'è alcun "bestia", né brutta né buona... se continui a pensarlo così.. ti sarà difficile risolvere... posso assicurarti che stai sbagliando approccio..
per avviare da CD entra nel BIOS e imposta l'unità CD come prima unità di avvio
Posti
5
Data di registrazione
sabato 30 maggio 2015
Ultimo intervento
14 giugno 2015
- 6 giu 2015 alle 12:42
0
Grazie
Oggi sono veramente contento, ho ripreso il controllo della macchina,
ho di nuovo il coltello dalla parte del manico. Ho estratto l' hard disk,
avviato il computer, è stata una sensazione meravigliosa, ho schiacciato
F10 e si è avviato il Set Up. Finalmente comando io, ho controllato
l' opzione d' avvio, è già nella posizione corretta, con l' ingresso USB come prima scelta. -- Quindi è la bestia che modifica e incasina tutto. --
Ho avviato il CD, caricando Ubuntu versione 12-10-Desktop-i386.iso,
purtroppo non va bene, non è adatta al computer, questa la risposta :
'' This Kernel requires the following features not present on the CPU :
pae
Unable to boot - please use a kernel appropriate for your CPU ''.

Per fortuna avevo preparato un' altra versione, l' ultima, la più recente,
ma il problema è che LORO ti fanno scaricare il sistema in base alle
caratteristiche del computer che stai utilizzando, per cui pure questa versione è risultata non idonea. Però ha fornito un' indicazione spero utile per rintracciare su http://releases.ubuntu.com la versione giusta.
Questa è stata la risposta :
This Kernel requires an x86-64 CPU, but only detected an i686 CPU
Unable to boot - please use a kernel appropriate for your CPU

Va bene c' è ancora da lavorarci, spero che l' indicazione i686 mi aiuti
a rintracciare la versione giusta, se no ci vorrebbe un computer gemello
e vedere quale versione LORO ti rilasciano in automatico.
E poi sperare che nel momento in cui inserirò il l' hard disk non succeda
niente, che la bestia non riprenda il controllo della macchina. Vedremo.
Posti
5
Data di registrazione
sabato 30 maggio 2015
Ultimo intervento
14 giugno 2015
- 7 giu 2015 alle 01:22
0
Grazie
C O M U N I C A T O U F F I C I A L E

Y E S W E C A N

Togliamo per sempre ogni dubbio affermando con certezza assoluta che si può estrarre l' hard disk, accendere il computer e mentre è acceso inserirvi l' hard disk. Perché ? Perché l' ho già fatto, funziona benissimo. Ho avviato il computer senza l' hard disk, ho caricato il Mini windows xp, ho atteso un' attimo che fosse tutto fermo, nessun processo in corso, ho inserito l' hard disk ed ho iniziato ad andargli contro con qualche programma di cancellazione disco tratto
dall' Hiren's boot CD 15.1.
Scorrendo la lista dei programmi ho visto che c' era pure una versione di Linux contenente il programma GParted. Ho chiuso il mini windows e caricato Linux kernel 3.0.4 - p magic, ho fatto partire GParted che ha analizzato il disco trovando 27,95 GB unallocated. Insomma si è dimostrato che pure i programmi caricati con un sistema operativo diverso da windows non riescono a vedere quella zona di 4 GB che si è ritagliata la brutta bestia che per ora se la ride.
Infine ho caricato Darik's Boot and Nuke 1.0.7, ed in linux kernel ho fatto partire la sovrascrittura del disco col metodo Dod 5220.22-n che prevede 7 passaggi, speravo riuscisse a superare la barriera del disco D, ma non è servito a nulla.
Ho avviato l' installazione da chiavetta di windows xp che mi ha dato la solita risposta, rilevando la presenza del disco D che occupa i soliti 4025 Mbytes. Temo che continuando ad operare in maniera tradizionale non ci sia nulla da fare, la bestia è più forte, ha creato un trucco nominando un' area dell' hard disk disco D che butta fuori tutti i programmi in circolazione. Brutti scherzi non li può più fare, perchè prima di inserirlo, gli ho mostrato le due vitine dicendogli :'' Le vedi quelle ? Rimarranno sul tavolo, così se ci provi ancora a rompere i coglioni, in un' attimo risolvo estraendoti dal computer ''. Pare che abbia capito, deve essere uno di quei programmi con la funzione di apprendimento, per ora si limita a mettere l' ingresso Usb come seconda opzione d' invio. Quindi ora non ho più paura, a meno che, non essendo fissato al computer, non esca improvvisamente dalla macchina, si ingigantisca come si vede in certi cartoni animati dicendo '' Hard disk ufo robot '' , e poi apra uno sportello e lanci il disco urlando '' lama rotante ''. Ed infine inizi a sparare i tasti della
tastiera, e fin che si tratta di quelli piccoli, nessun problema, inizia a preoccupare la barra spaziatrice. Ma chi incute terrore è il tasto Enter. Perché Enter ce l' ha nel suo DNA, lui deve per forza entrare, il primo buco che trova va bene, lui entra. Allora immaginate, voi state scappando, gli date le spalle, ovviamente il tasto Enter vi arriva da dietro, quindi di logica dove potrà mai entrare ? Sarebbe una situazione sgradevole.
Va bene, fine scherzo, parliamo ora di una cosa seria : come funziona l' hard disk ? Io non ne so mezza, immagino che ci siano delle tracce elettromagnetiche, e che in queste tracce vengano scritti i programmi. Se cosi fosse, in questo momento la brutta bestia risulterebbe scritta in un' area del disco, un programma, non mi ricordo il nome, mi ha dato pure la posizione sul disco, 2880, ovvio che non so come utilizzare questa informazione.
Però pensavo : una volta estratto l' hard disk, soltanto un coperchio tenuto da sei piccole viti mi separano dal contatto diretto col disco. Se le tracce sono elettromagnetiche, potrei provare a smontare una testina di cancellazione da un vecchio videoregistratore, fare una prolunga dei fili tra la testina e l' apparecchio, avviare la cancellazione nastro e provare a sfiorare il disco, cercando di colpire tutta l' area.
Se si cancella qualche file, un programma non riesce più a girare, si inchioda, allo stesso modo considerando la bestia un programma attivo, se riesco a cancellargli qualche file, dovrei riuscire a renderlo inattivo. Magari in questo modo crolla la barriera che ha creato, e i programmi tradizionali potrebbero riuscire ad entrare nella sua area e riportare il disco disponibile 32 Gb. Funzionerà ? Probabilmente l' unico modo per saperlo è provarci. Adesso studio un' attimo come funziona l' hard disk e poi decido se tentare o no l' esperimento.
Posti
5
Data di registrazione
sabato 30 maggio 2015
Ultimo intervento
14 giugno 2015
- 11 giu 2015 alle 00:19
0
Grazie
Sto studiando come costruire uno strumento in grado di spezzare i files del programma della bestia sull' hard disk. L' idea è questa, se il suo programma smettesse di funzionare, cadrebbe il muro che non consente la totale cancellazione del disco. Però sinceramente
non amo molto questa strada, mi sembra di imbrogliare, di perdere la sfida con la bestia.
Per questo sto continuando anche a studiarla ed oggi posso con certezza annunciare a tutti che conosco il suo nome e l' indirizzo:
il nome è --- device\harddisk1\partition1 ---
Ho inserito il comando : expand device\harddisk1\partition1 (enter) e mi è apparso pure l' indirizzo :
numero di serie del volume 7cb4-5d6e
Penso quindi che 7cb4-5d6e sia quel famoso file definito scrittura protetta, il confine, il famoso muro che ferma tutti i programmi di cancellazione. Purtroppo non posso in questo momento cancellarlo, la bestia mi ha disabilitato il tasto col numero 7, protegge questo file.
Ho provato a togliere nuovamente l' hard disk, accendere il computer, caricare il mini Windows, entrare nel Dos, digitare delete, ma anche senza l' hard disk, il tasto del 7 non funziona più. Ma per mostrare quanto sia bastarda la bestia aggiungo questo particolare, quando digito gli ordini, spesso partono delle file interminabili di 7, soprattutto quando scrivo delete, spesso accade che inizio la parola e dopo la terza lettera partono automaticamente i 7, es: del7777777777, allora schiaccio enter e riprovo, de7777777777777777, enter e riprovo, e via così,
insomma, io il 7 non lo posso scrivere, ma la bestia me lo sbatte in faccia per sfida. Non potendo digitare il 7 sono nuovamente fermo.
Ora pongo a tutti un quesito, c' è un sistema di imporre l' ordine
'' delete 7cb4-5d6e '' dall' ingresso USB, ossia creare un programma che dia questo ordine, caricarlo su cd e farglielo ingoiare con la massima cattiveria ? Devo essere sincero, fino a due settimane fa io di computer non ne sapevo una mazza, dos, boot, immagine disco, parole per me fuori dal mondo, tuttavia ora sono riuscito studiando a scoprire il nome della bestia, e il file,un' impresa al limite del possibile, mi sembra di essere diventato un potente antivirus.
Ma creare un programma, dare quell' ordine di cancellazione tramite cd, veramente non so da che parte iniziare. Accetto qualsiasi suggerimento, magari anche soltanto un consiglio riguardo a cosa studiare per arrivare a creare quel programma.
Posti
5
Data di registrazione
sabato 30 maggio 2015
Ultimo intervento
14 giugno 2015
- 14 giu 2015 alle 10:32
0
Grazie
Ormai è chiaro che il problema e nel MBR, il prossimo passo è riuscire a cancellare il Mbr nella speranza che la bestia svanisca. I programmi più noti per compiere questa azione sono Fdisk e MBRwizard, fdisk fallisce clamorosamente, dà come risposta la conferma dell' avvenuta cancellazione, in realtà non fa proprio nulla. Mentre MBR wizard
non è utilizzabile, il comando di cancellazione necessario è '' /zero '', quindi un comando che non posso impartire, '' / '' si fa col tasto 7, il famoso tasto disabilitato.
Non è possibile inserire la sequenza di cancellazione del MBR, pure questa contiene '' / '':
dd if=/dev/zero of=/dev/sda bs=512 count=1
Giunti a questo punto rimangono soltanto due vie percorribili: la prima consiste nel creare un programma che contenga l' ordine di cancellazione del MBR, caricarlo su CD e imporlo dall' esterno, dall' ingresso USB. La seconda strada è capire come riprendere in mano il controllo completo della tastiera, riuscire insomma a riabilitare il tasto 7. Si tratta di conoscere profondamente dei meccanismi di funzionamento del computer, roba da super esperti.
Per questo ho inserito un messaggio anche nel forum '' Majorana '', nella speranza di trovare qualcuno in grado di suggerirmi un indirizzo di studio. Penso che sia necessaria un' alleanza di menti, soltanto l' unione di tante conoscenze può sconfiggere la bestia.