Dai un voto

Aruba PEC Mobile

1 voto - 5.0 /5
Dai la tua opinione
Editor:
Versione:
3.10.5-aruba
Aruba PEC Mobile
Android - Italiano
10/10

Una delle app migliori per gestire le proprie comunicazioni via PEC. Consigliata.

Posti
1891
Data di registrazione
lunedì 27 aprile 2015
Stato
Amministratore
Ultimo intervento
giovedì 13 maggio 2021

Aruba PEC Mobile è l’app che consente agli utenti Aruba di gestire le PEC direttamente dal proprio smartphone o tablet. Si tratta di un’app semplice e sicura, che dà la possibilità anche di inviare e ricevere e-mail con valore legale (con valore di raccomandata) e le fatture inviate dai clienti.



Caratteristiche principali

  • Gestione semplice: con Aruba PEC Mobile puoi gestire facilmente tutte le comunicazioni, certificate e non. Puoi creare cartelle, cercare le tue email, modificare la ricezione della posta in entrata, disattivare le notifiche, ecc.
  • Etichette: puoi inserire un’etichetta per segnare il tipo di e-mail ricevuta (certificata, fattura, ecc.)
  • Fatture: quest’app ti consente inoltre di leggere le fatture elettroniche dei tuoi clienti.
  • Contatti: Aruba PEC ti permette di importare i contatti della tua rubrica, i quali verranno aggiornati in automatico.
  • Multi-account: se disponi di più account Aruba PEC Mobile, puoi gestirli direttamente dall’app in modo semplice e veloce.

Aruba PEC Mobile è gratis?

Sì, puoi scaricare l’app gratuitamente, ma questa è legata al servizio di Aruba, che non è una PEC gratuita. Questa prevede infatti un costo di 5 € (IVA esclusa) all’anno per le nuove attivazioni e poi 7,90 € (IVA esclusa) per il rinnovo.

Aruba PEC è sicura?


Sì, come molti altri servizi PEC, il servizio rispetta i protocolli di sicurezza per gli utenti e ogni messaggio in entrata e in uscita è sottoposto a controlli antivirus e antispam.

Requisiti di sistema

  • Android 6 Marshmallow o successivi.
  • iOS 11.4 o successivi (per la versione iPhone).

Altre versioni

Aruba PEC Mobile è disponibile anche in versione iOS. Foto: © Aruba.
Potrebbe anche interessarti
Aggiungi commento
Commenta la risposta di Antonello Ciccarello