4
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

App per controllare l’ansia e stress durante la quarantena

Le misure di confinamento messe in atto per appiattire la curva dei contagi e limitare, così, la propagazione del Coronavirus (COVID-19), hanno interessato quasi ogni aspetto della nostra vita quotidiana. A questo anche a nostra salute mentale è stata messa a dura prova. Ognuno è interessato dalla quarantena in misura diversa, e allo stesso tempo, reagisce a modo proprio.




Uno studio intitolato The psychological impact of quarantine and how to reduce it (‘L’impatto psicologico della quarantena e come ridurlo), pubblicato su The Lancet spiega come l’isolamento di massa potrebbe comportare difficoltà a livello mentale per un numero considerevole di persone. Con questo studio sono state evidenziati, infatti, i numerosi effetti avversi della quarantena sulla salute mentale, come: disturbi emotivi, depressione, stress, disturbi del sonno, umore basso, irritabilità e rabbia.

Dopo aver stabilito alcuni dei possibili impatti psicologici correlati al confinamento, ecco alcuni consigli su quali tecniche e strumenti utilizzare per prendersi cura della propria salute mentale e gestire al meglio questa situazione.

Mancata capacità di adattamento alla quarantena

Non c’è da preoccuparsi se si ha o si è avuta una certa difficoltà ad adattarsi a queste misure di contenimento. Secondo la British Psychological Society, possono essere necessari fino a 10 giorni per abituarsi a questa nuova situazione. Essi raccomandano di stabilire una routine il più rapidamente possibile, in modo da facilitare “un certo senso di controllo” e l’incertezza di un periodo indefinito da trascorrere confinati in casa.



Ecco una selezione di app che possono servire per migliorare la propria produttività è e concentrazione permettendo di creare obiettivi giornalieri, per organizzare la giornata e lavorare al meglio da casa.

Sentirsi ansiosi e stressati?

Come spiegato da (Smith & Barrett) “ l’incertezza di non sapere cosa aspettarsi, specialmente in periodi di avversità, può portare a sentimenti di ansia e paura”. La quarantena per Coronavirus è diversa da altre situazioni di confinamento, in quanto non si sa quando finirà. Pertanto, avendo difficoltà a proiettarsi oltre, si può diventare ansiosi riguardo al futuro.


Ecco alcune app che possono aiutare a gestire meglio questi sentimenti di ansia e stress:

AiutoPsicologi - Pronto Soccorso Psicologico

AiutoPsicologi fornisce un supporto virtuale a chi ne ha bisogno. Articoli, tecniche di relax e anti panico, numeri di emergenza e contatti con professionisti specializzati, tuto è riunito in questa pratica applicazione. Seppur valida, però, AiutoPsicologi non deve esser considerata come un’opzione sostituitiva di un percorso psicologico adeguato, ma un rimedio temporaneo, quindi, ideale per questo periodo di quarantena.
AiutoPsicologi è disponibile per Android.

Calm

Calm sta rapidamente diventando una delle migliori app per la cura della propria salute mentale. Rivolta a chi soffre di stress e ansia, l’app offre una meditazione guidata, programmi di respirazioni ed esercizi di consapevolezza.
Stop Ansia con Relax!
Un’app essenziale che si basa sul pensiero positivo. Offre più 400 consigli formulati in frasi di sostegno per chi si trova in difficoltà. Respirando e meditando su quanto letto si potrà ritrovare la calma e il conforto, che in questo momento di difficoltà non è scontato avere.

Sentirsi soli

Durante questo periodo di quarantena e isolamento sociale è importante mantenere i contatti con amici e parenti, anche se è difficile farlo di persona. Le app per fare video chiamate gratuite, ad esempio, è un ottimo strumento per restare in contatto e sentirsi più vicino ai propri cari.



Anche se non fisicamente in casa, a volte c’è chi tende a distanziarsi mentalmente per far fronte ad una situazione difficile. È importante , per questo, esser consapevoli che “anche vivere a stretto contatto con le stesse persone per lunghi periodi può risultare stressante” Secondo Secondo Smith & Barrett, le persone dovrebbero sviluppare "uno spazio personale, un luogo in cui ci si può ritirare nei momenti di maggiore frustrazione".

Il confinamento forzato può anche esacerbare tensioni pre-esistenti, è questo può portare, ad esempio, all’aumento dei casi di violenza domestica. Ecco maggiori dettagli qui.

Pigri e senza energia?

In questo periodo di isolamento risulta evitabile anche avere un umore basso, sentirsi poco motivati e a tratti depressi. Smith & Barrett spiegano come sia perfettamente normale che l’umore e la motivazione fluttuino tra giorni si e giorni no. Tenere un diario, riscoprire una passione abbandonata da tempo, sono tutte attività che permettono di avere un senso di controllo e ordine nella propria vita quotidiana.
Ecco alcuni articoli interessanti per tenersi occupati mentre si sta a casa:

Foto: © Unsplash
4
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Fai una domanda
I nostri contenuti sono creati in collaborazione con esperti di high-tech, sotto la direzione di Jean-François Pillou, fondatore di CCM.net e digital director del Gruppo Figaro. CCM è un sito di high-tech leader a livello internazionale ed è disponibile in 11 lingue.
Il documento intitolato « App per controllare l’ansia e stress durante la quarantena » dal sito CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.

0 Commento