0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Coronavirus e smart working: consigli pratici per aumentare la produttività

Milioni di persone sono state obbligate a lavorare da casa nelle prossime settimane a causa del focolaio mondiale creato dal Coronavirus, il ché può rappresentare, per molti, un cambiamento improvviso della propria routine. Ecco, dunque, alcuni suggerimenti di persone che stanno lavorando da casa da molto tempo prima che la parola “quarantena” diventasse parte del nostro linguaggio quotidiano. Ecco alcuni semplici consigli per aumentare al massimo la produttività con il lavoro da casa.




Imposta una sveglia

C'è chi associa l'idea di lavorare da casa con quella di restare in pigiama tutto il giorno e saltare una doccia (o cinque) a settimana...Crediamo che il miglior modo per iniziare bene la giornata sia quello di mettere una sveglia e alzarsi alla stessa ora di sempre come se si dovesse andare in ufficio. Certamente, si potrà avere più tempo per fare colazione, lavarsi e vestirsi, ma poi sarà arrivato il momento di iniziare a lavorare! All’inizio, questo cambiamento, potrà sembrare strano ma poi si comprenderà come darsi questa piccola regola mattutina ne varrà la pena sulla produttività della giornata.

Pianificare la giornata

Le distrazioni sono dietro l’angolo quando si lavora da remoto. Per questi motivi per non perdere la rotta e continuare ad essere produttivi durante tutta la giornata è meglio fare il punto della situazione scrivendo una <bold lista</bold> di cose giornaliere da portare a termine. Questo sarà d’aiuto per concentrarsi sui vari compiti da svolgere, organizzando al meglio il proprio tempo (e impedendo di distrarsi con i piatti da lavare ancora nel lavello).


Un’applicazione come Monday, può risultare utile per pianificare in modo adeguato la giornata di lavoro. E vien da sé che la soddisfazione di cancellare una dopo l’altra le cose da fare dalla propria lista, è la parte migliore di questa semplice strategia.

Gestione del tempo

Quando ci si approccia a completare la propria to-do list, è importante darsi dei limiti di tempo per ciascuna attività, incluso quello per il pranzo e le brevi “pause caffè”. Si noterà, infatti, che così facendo si sarà più efficienti e concentrati quando ci si focalizzerà per un determinato periodo di tempo su una sola attività. Ciò eviterà anche perdite di tempo e “abbuffate di TV” durante la pausa pranzo. Ponendosi dei limiti ad ogni attività si potrà anche di decidere quanto tempo dedicare al lavoro, ad esempio alzandosi prima la mattina e, dunque, concludendo prima la giornata lavorativa (o viceversa).

Creare uno spazio di lavoro

Se si ha la possibilità, meglio creare uno spazio dedicato esclusivamente al lavoro. Questo “angolo di lavoro”, seppur difficile da creare, per esempio, per chi vive in un monolocale, è il modo migliore per favorire la concentrazione e il rendimento sul lavoro, sino a 10 volte di più. Il cervello, infatti, rende di più quando si separano le cose: letto per dormire, scrivania per lavorare, ecc. Ritagliare anche solo qualche metro da dedicare al proprio ufficio aiuterà di gran lunga ad aumentare la concentrazione.


Prendere aria e fare esercizio

Non si può enfatizzare abbastanza l'importanza di fare delle pause e di respirare un dell'aria fresca, ove possibile. Fare una passeggiata, prendere un caffè o andare a fare lezione di yoga: bisognerà fare tutto ciò che è in proprio potere per spezzare la monotonia. Questo periodo di quarantena forzata che stiamo vivendo a seguito di COVID-19 è un buon momento per scoprire una delle tante app o corsi online che esistono per esercitarsi da casa (corso di yoga, meditazione guidata e molto altro). Le pause sono ESSENZIALI per una buona performance lavorativa.

Disconnettersi dai social network

Può apparire alquanto drastica come soluzione, ma è una misura necessaria per restare in riga e non perdere tempo. Chiudendo le sessioni dei propri social network preferiti (come Facebook, Twitter e Instagram) si risparmierà del tempo prezioso che altrimenti verrebbe dedicato scollando gli ultimi post del giorno. Navigare su una pagina di accesso, invece che sui soliti aggiornamenti ricorderà che si sta in orario di lavoro e offrirà, al contempo, maggiore divertimento quando, a fine giornata si potrà recuperare il ritardo accumulato su tutti i social messi in pausa.

Stabilire dei limiti

Un tipico luogo comune su chi lavora da casa è quello di ritenere di essere disponibile a qualsiasi ora del giorno, il ché significa che amici o familiari credono di poter chiamare e interrompere la propria giornata ogni qualvolta ne hanno voglia. È molto importante, dunque, stabilire limiti chiari per tutti e informare i propri cari che si sarà occupati fino alle 5 del pomeriggio (e che verranno ricontattati più tardi se hanno qualcosa da dirti). Il primo passo per diventare produttivi è semplificarsi la vita per dare il meglio di sé.

Foto: © Vasin Leenanuruksa -123RF
0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Fai una domanda
I nostri contenuti sono creati in collaborazione con esperti di high-tech, sotto la direzione di Jean-François Pillou, fondatore di CCM.net e digital director del Gruppo Figaro. CCM è un sito di high-tech leader a livello internazionale ed è disponibile in 11 lingue.
Il documento intitolato « Coronavirus e smart working: consigli pratici per aumentare la produttività » dal sito CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.

0 Commento