2
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Navigazione anonima su internet con Tor Browser


Navigare su internet senza essere identificati e tracciati? È possibile con Tor Browser, il quale utilizza delle impostazioni particolari che garantiscono l’anonimato.



Ogni utente che naviga sul web è tracciato e questo non è un segreto. Questo avviene grazie all’indirizzo IP, che permette di identificare il dispositivo da cui ci si connette, ma anche attraverso i tracker, i cookie che i siti utilizzano per memorizzare le nostre preferenze, i motori di ricerca come Google, che memorizzano le nostre ricerche, i browser che salvano i dati di navigazione, come username e password e altro ancora.

Navigazione privata, ma non anonima

Se l’identificazione automatica ha qualche vantaggio, per esempio nel facilitare la connessione ai servizi che utilizziamo più spesso (messaggi, social network, forum, ecc.), il tracciamento regolare, e spesso “invisibile”, presenta degli svantaggi. Non solo questo consente agli inserzionisti di pubblicare degli annunci targettizzati (in funzione delle nostre ricerche e dei nostri centri di interesse) ma, in più, minaccia anche la privacy degli utenti, perché ne condividono i dati personali con delle società commerciali con scopo puramente di lucro. Questi problemi di privacy hanno dato luogo a molti scandali degli ultimi anni (si pensi a Cambridge Analytica). Bisogna inoltre parlare delle "tecniche di incentivazione" molti siti utilizzano, come i siti di prenotazione di viaggi, i quali aumentano artificialmente i prezzi ad ogni visita dell’utente per spingerlo a prenotare prima che sia troppo tardi.

Certo, da molti anni i browser popolari come Chrome, Firefox o Microsoft Edge sono dotati della navigazione in incognito. Questa modalità, sempre in continua evoluzione, offre alcuni vantaggi legati alla privacy rispetto alla navigazione "normale", ma i suoi effetti sono relativamente limitati. Questo perché il browser non traccia la sessione sul dispositivo utilizzato (PC, smartphone o tablet), eliminando la cronologia, i cookie, la cache e le informazioni compilate nei formulari, ma non garantisce effettivamente un vero “anonimato” (infatti non si parla di modalità anonima). Infatti, i siti visitati possono comunque registrare alcuni dati di navigazione (pagine visitate, indirizzo IP, ecc.), come anche il fornitore di indirizzo IP (ISP, ovvero Internet Service Provider).

Tor, una rete parallela che garantisce l’anonimato

Esistono comunque delle soluzioni per navigare sul web in modo molto più discreto. Una delle più conosciute è l’utilizzo di Tor, un’overlay network, globale e decentralizzata che permette di rendere anonima l’origine delle connessioni da utilizzare per proteggersi da una certa forma di monitoraggi di internet, attraverso una tecnologia di routing "a cipolla" (per maggiori informazioni consultare Wikipedia). Sebbene il funzionamento di Tor possa sembrare oscuro, a volte nebuloso, il suo utilizzo è semplificato da Tor Browser, un software di navigazione libero e gratuito, disponibile per Windows, macOS, Linux e Android.

Tor Browser, in apparenza, propone tutte le funzioni di un browser tradizionale: navigazione per schede, salvataggio dei preferiti, barra degli strumenti, zoom, estensioni, ecc. Nonostante questo software sia stato sviluppato a partire da una versione speciale di Firefox, è comunque meno potente dei browser moderni, come Chrome, Firefox, Safari e Microsoft Edge. In particolare, Tor Browser è un po’ più lento degli altri, ma per una ragione precisa: questo sfrutta sia un complesso sistema di crittografia, sia una rete di nodi per indirizzare i pacchetti di dati attraverso internet, rallentando così gli scambi.

È proprio questo sistemi di nodi (più precisamente di router) che permette a Tor di rendere anonima la navigazione e di cambiare regolarmente l’indirizzo IP durante la sessione. Questa tecnica pone comunque un problema con alcuni siti che rilevano un’attività anomale e quindi bloccano l’accesso. Questi limiti fanno sì che l’uso di Tor Browser debba restare occasionale, per esempio per fare delle ricerche private.

Installare e avviare Tor Browser

Per installare Tor Browser, scaricare il software dalla nostra pagina dei download o sul sito ufficiale Tor Project. Poi selezionare la versione di Tor Broswer adatta al sistema operativo del proprio computer:




Scaricato il file, procedere con l’installazione classica. Fatto ciò, avviare Tor Browser. Al primo avvio, il browser mostrerà una pagina in cui verrà chiesto di connettersi alla rete Tor. Cliccare sul tasto Connetti. Attendere poi qualche secondo, il tempo utile per stabilire una connessione:



In seguito, si sarà connessi al web "classico", ma tramite Tor:


Usare il motore di ricerca DuckDuckGo

Di default, Tor Browser utilizza DuckDuckGo, un motore di ricerca potente e simile a Google, ma che non salva le informazioni e le richieste degli utenti, e mantiene l’anonimato:



Per effettuare una ricerca, inserire le parole chiave nel campo di ricerca e poi cliccare sulla freccia o premere il pulsante Invio della tastiera. DuckDuckGo mostrerà i risultati di ricerca allo stesso modo di Google. Per migliorare la propria ricerca, cliccare sulle rubriche web, Immagini, Video, Notizie e Mappe, nella parte alta della pagina:



A sinistra è presente un tasto che permette di localizzare le ricerche. Cliccare sull’interruttore per scegliere un paese dalla lista a tendina e ottenere così dei risultati localizzati. Se l’interruttore sarà disattivato, DuckDuckGo mostrerà risultati relativi a tutti i paesi del mondo. Per personalizzare l’aspetto di DuckDuckGo, cliccare sul menu Impostazioni, in alto a destra e poi selezionare le opzioni che più si preferiscono (tema chiaro o scuro, font, lingua, ecc.):


Gestire i limiti di Tor Browser

In generale, l’uso di Tor Browser è molto simile a quello di Firefox. Si trovano quindi numerosi punti in comune tra i due browser, sia nella navigazione, nella cronologia, la gestione dei segnalibri, nelle impostazioni ecc. Però, a causa del suo particolare funzionamento e dell’utilizzo dei nodi di rete a cipolla (onion routing), questo browser può riservare alcune brutte sorprese. È il caso dei particolari siti che negano l’accesso all'utente, mostrando un messaggio del tipo "Access denied" (accesso negato). Alcuni di questi, sospettando si tratti di un robot, chiedono di inserire un captcha per autorizzare l’accesso, ma questo non accade sempre:



Se un sito nega l’accesso, sarà necessario cliccare sul menu principale di Tor Browser (i tre trattini orizzontali, a destra nella barra degli indirizzi) e selezionare l’opzione Nuovo circuito Tor per questo sito. Il browser tenterà quindi di accedere al sito web attraverso un nuovo percorso:




Se questa soluzione non dovesse funzionare, selezionare l’opzione Nuova identità dallo stesso menu. Tor Browser si chiuderà e si avvierà automaticamente. Questo espediente funziona a volte, ma il risultato non è garantito:



Come detto in precedenza, Tor Browser non è destinato ad ogni tipo di utente e, per quanto riguarda l’uso quotidiano, non può sostituire un browser tradizionale. Questo non ci impedisce però di utilizzarlo di tanto in tanto, quando non si desidera essere identificati sul web.

Foto: © Unsplash.
2
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Fai una domanda
Jean-François Pillou

I nostri contenuti sono creati in collaborazione con esperti di high-tech, sotto la direzione di Jean-François Pillou, fondatore di CCM.net e digital director del Gruppo Figaro. CCM è un sito di high-tech leader a livello internazionale ed è disponibile in 11 lingue.

Scopri di più sul team CCM

Potrebbe anche interessarti

L'articolo originale è stato scritto da . Tradotto da Antonello Ciccarello. Ultimo aggiornamento da Claudia Scarciolla.

Il documento intitolato «Navigazione anonima su internet con Tor Browser» dal sito CCM (https://it.ccm.net/) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.

0 Commento