Come svuotare la cache DNS

Fai una domanda
Windows conserva la cronologia di tutti gli indirizzi che si sono visitati nella cache DNS. Se per caso un sito salva il proprio indirizzo IP, non si potrà più accedere e per questo sarà necessario cancellare la cronologia nella cache DNS per poter accelerare le future connessioni su questo o altri siti internet.


Svuotare la cache DNS su Windows

Su Windows cliccare su Windows + R per poter far apparire la finestra di dialogo Esegui e poter scegliere così il comando
cmd
per poter aprire il prompt dei comandi.


Per visualizzare il contenuto della cache DNS scegliere il comando
ipconfig /displaydns
, mentre per cancellare le cache, è sufficiente inserire il comando ipconfig /flushdns e poi cliccare su Invio. Un messaggio indicherà che le cache di risoluzione DNS sono state svuotate:


Come pulire la cach DNS su Mac

Il principio è lo stesso di quello su PC Windows. Aprire la cartella Utility, Applicazioni e Terminale. Una volta che il terminale è stato avvisato, digitare il comando che svuoterò la cache (esso sarà diverso in funzione della versione dell’OS).

Per le versioni più recenti di MacOS X digitare il comando
lookupd –flushcache
come le versioni precedenti di Leopard, mentre per Mac Mountain Lion o Lion: sudo killall -HUP mDNSResponder e Snow Leopard:
dscacheutil -flushcache
.

Nota Bene: potrebbe essere richiesto di inserire la password amministratore per poter convalidare questa azione.

Cancellare la cache DNS su Linux

Per quanto riguarda il sistema operativo Linux, per poter procedere alla cancellazione della cronologia cache DNS bisogna aprire il terminale in quanto utente root. Digitare il comando
/etc/init.d/nscd restart
e poi cliccare su Invio.

Foto: © 4zevar - Shutterstock.com

Cos'è il GDPR, la legge di protezione dati europea
Come rilevare il proprio indirizzo IP