Come scegliere una distribuzione Linux

Novembre 2017

La scelta di una distribuzione GNU/Linux non è sempre semplice da fare, sopratutto quando si è nuovi nel mondo del software libero. In questa guida non si vuole pretendere di promuovere una distribuzione piuttosto che un'altra ma, ciò che si desidera proporre è un solo elenco di soluzioni diversificate secondo l'approccio di utilizzo di questo sistema. Per alcune distribuzioni è necessaria l'installazione prima dell'utilizzo, mentre per altre live, si ha la possibilità di provarle senza rischi per il sistema installato (i binari sono memorizzati nella RAM) e spesso possono anche essere installate.



Distribuzioni da installare

Distribuzioni Linux da installare e facili da usare

Queste distribuzioni comprendono un centro di configurazione (come il Pannello di controllo di Windows). Ecco le più importanti.


Mageia


Mageia è un sistema operativo gratuito basato su GNU/Linux. Si tratta di un progetto comunitario, sostenuto da un'associazione composta da collaboratori. Mageia è un fork (Modifica) di Mandriva creata da ex dipendenti licenziati. In meno di due anni dalla sua creazione, è ormai presente nella top 10 delle distribuzioni Linux sul sito Distrowatch.

Manjoro

Manjoro si basa su Arch in versione 32 e 64 bit. Ha come ambiente desktop XFCE, Openbox o KDE. Ci sono anche versioni Comunity Edition.

OpenSuSE

OpenSuSE è la versione libera ed accessibile a tutti della SuSe. OpenSuSE non contiene binari proprietari.

Ubuntu e derivati

Ubuntu (basata su Debian) si declina in diversi varianti a seconda dell'ambiente desktop installato e dei software integrati:

Ubuntu: Desktop Unity;

Ubuntu: Desktop Gnome;

Kubuntu: Desktop KDE;

Xubuntu: Desktop XFCE (più leggero).

L'installazione ormai si fa col Live CD. Ubuntu Ha una community molto attiva.

Distribuzioni da installare ma meno pratiche

In queste distribuzioni è possibile non trovare interfacce grafiche per la configurazione di alcune impostazioni.

Distribuzioni Linux più conosciute

Fedora

È la Red Hat per i privati. In precedenza chiamata Fedora Core, non possiede binari proprietari natii (per conformarsi alla legge degli Stati Uniti). Fedora ha una community molto attiva.

Distribuzioni Linux meno conosciute

CentOS

CentOS è derivata direttamente (fuori logo) da codice sorgente della Red Hat per ricompilazione. una Red Hat "che si nasconde" alla quale si preferisce probabilmente Fedora.

Distribuzioni Linux per esperti

ArchLinux

ArchLinux è in continua evoluzione (rolling distrib) e il numero di versione tiene conto solo dello stato della distribuzione in un dato momento, ma in nessun modo il grado di maturità. Archlinux utilizza sempre le ultime versioni dei software e permette di installarle rapidamente dopo la loro uscita, la reattività degli sviluppatori e la velocità del sistema, ne fanno un sistema ideale per chi vuole una distribuzione sempre aggiornata.

Debian

Una distribuzione comunitaria che è all'origine di molte altre distribuzioni. È molto stabile, perché i binari sono ampiamente testati. Di conseguenza, non cercate le ultime versioni dei programmi se la usate. Ne esistono 3 versioni:

Stable, versione fissa dove gli unici aggiornamenti sono patch di sicurezza;

Testing, futuro stabile; solo i pacchetti abbastanza maturi possono essere integrati;

Unstable, versione attiva e non stabile, in cui i nuovi pacchetti vengono continuamente aggiunti o aggiornati (soprannominato Sid).

Questa distribuzione ha una forte comunità. Debian offre anche una versione Live CD ufficiale.

Gentoo

Gentoo è un caso speciale. Dall'inizio l'installazione si fa compilando (3 modi di installazione chiamati "stage"). Ma dalla versione 2006.0, per tener conto del fatto che molti abbandonano Gentoo, perché troppo lungo e difficile da installare, esiste un Live CD per un'installazione semplice. Comunque vedere attentamente la documentazione prima di installare.

Slackware

Nonostante il suo vecchio stile (installazione attraverso delle finestre grafiche pilotabili con la tastiera), l'installazione di Slackware è semplice, efficace, diretta, non ci sono "applicazioni doppie". Si noti che il desktop di default è KDE. Conviene ai PC vecchi o poco potenti (requisiti minimi : processore 486, 16 MB di RAM, 500 MB spazio HD).

Zenwalk

Basata sulla Slackware, Zenwalk mira l'uso multimediale, la programmazione e l'elaborazione Office. I requisitivi minimi: i486 con 36 MB di RAM (console), 96 MB di RAM (Fluxbox) e 144 MB di RAM (KDE).

I Live CD e DVD GNU/Linux

Da ricordare, il Live CD/DVD non riguarda i sistemi già installati visto che binari sono letti direttamente da CD/DVD, decompressi e conservati nella RAM.

Alcuni Live CD/DVD permettono di salvare le modifiche fatte, ma non tutti permettono la totale lettura/scrittura su partizioni FAT32 e GNU/Linux. Tuttavia, rispetto GNU/Linux, i Live CD/DVD possono essere usati anche per il backup dei file o la riparazione del sistema.

Durante l'installazione dei Live CD/DVD, si consiglia di tener presente, la limitazione nella scelta dei punti di montaggio sulle partizione, tant'è che non è possibile montare (/ root e /home) su partizioni separate; bisogna tener presente che non si possono scegliere pacchetti prima dell'installazione, ma dopo e che è necessario disporre di 700 MB a 2 GB per le partizioni.

Knoppix

Knoppix è una delle distribuzioni Live più utilizzate. L'installazione viene eseguita dalla console, e il tutto s'installa in una sola partizione. Knoppix è molto funzionale e pratica in modalità live.

Damn Small Linux (DSL)

Basata su Knoppix, è mobile, poiché si può tenere su chiave USB (50 MB). Damn Small Linux può anche essere installata sul disco rigido.

Morphix

Basata sulla Knoppix, la distribuzione Morphix ha, inoltre, altre distribuzioni. Morphix è modulare e personalizzabile con l'aggiunta di moduli affinché siano integrarti nell'immagine ISO.

Arabbix

Basata su Morphix, Arabbix è una distribuzione bilingue arabo/inglese per alcuni pacchetti (come OpenOffice.org).

Elive

Basata su Morphix, Elive usa Enlightenment invece dei tradizionali Gnome e KDE. Ecco perché è interessante scoprire questa distribuzione.

Oralux

Oralux è stata progettata per le persone con problemi visivi e non vedenti in quanto ci sono software di sintesi vocale.

BunsenLabs

BunsenLabs è basata su Ubuntu. La sua vera specialità è la sua scelta del window manager: OpenBox che dà a questa versione, un incredibile leggerezza! solo 40 MB a 122 MB necessari! Una distribuzione per computer vecchi
Il LiveCD è installabile.

Kanotix

Kanotix è basata sulla versione instabile di Debian (Sid), ma è stabile, le versioni dei pacchetti sono molto recenti, riconosce pienamente l'hardware! Kanotix ha anche il suo centro di controllo (come Windows, SuSE). Il Live CD permette l'installazione sul disco.

Mepis

Mepis si basa su Debian, il Live CD ha lo scopo di permettere una installazione facile.

XFLD

XFLD è basata su Ubuntu (dalla versione 0.3), questa distribuzione cerca di essere il CD di dimostrazione desktop XFCE (consuma meno RAM di Gnome e KDE).

Mutagenix

Mutagenix rinnova le versioni esattamente come il numero della versione del kernel utilizzato. Si noti che ci sono diverse immagini ISO Mutagenix: una con KDE, l'altra con Gnome.

SLAX

SLAX è la versione Live CD della Slackware con un kernel 2.6. Un'eccellente distribuzione (semplice ed efficace) che può essere migliorata con l'aggiunta di moduli per realizzare un Live CD personale.

Stux

Stux è un altro Live CD basato su Slackware.

VectorLinux

Esistono 2 versioni di VectorLinux:

STD (Standard), leggera con Icewm, Fluxbox e XFCE,

SOHO Deluxe, con le ultime versioni di Gnome, KDE e Enlightenment.

PCLinuxOS

PCLinuxOS assomiglia un po di più alla Mandriva dalla quale è derivata (estetica, centro di controllo, la modalità di installazione). come la Mandriva One, si completa l'elenco delle applicazioni dopo l'installazione.

Distribuzioni Live multimediali

GeeXboX

GeeXboX trasforma il tuo computer in un "Media Center" (guardare film e ascoltare musica), con un'interfaccia nello stile del menù DVD. Molto piccola (6 MB), puo essere messa su una chiavetta USB. È possibile creare la propria immagine CD ISO personalizzata.

MoviX

MoviX serve soltanto a vedere film su PC.

Womp

Womp ha lo stesso scopo di GeeXboX ma possiede una vera interfaccia X. È possibile navigare su internet. Womp può essere installata su disco rigido.

Linuxconsole

Inizialmente, Linuxconsole è stata orientata ai giochi, ma oggi altre possibilità sono state aggiunte e tutto è possibile (multimediale, ufficio, Internet, server). Questa distribuzione è semplice e leggera.

Distribuzioni Live per la creazione

Dynebolic

Dynebolic è orientata al video editing (trasformazione, creazione, montaggio, suono).

APODIO

Basata su Mandriva, APODIO è specializzata nelle trasformazioni video, audio e grafiche. APODIO può essere utilizzata in Live CD, ma può essere anche installata.

Distribuzioni Live specializzate nel Backup

SystemRescueCD

SystemRescueCD è un Live CD sviluppato nello scopo di partizionare, creare immagini delle partizioni, ricerca di virus, eseguire il backup e ripristinare la tabella delle partizioni, eseguire il backup dei dati, masterizzare, testare la RAM. Il CD è piccolo ma può essere personalizzato (seguire l'Howto del sito).

Ulteriori informazioni

Soluzione sistema operativo BSD

Sempre sulla base del sistema Unix esiste la soluzione del sistema operativo BSD, di diverso tipo. Per maggiori informazioni si consiglia di cliccare su questo link: I diversi sistemi bsd.

Link

Per saperne di più su Linux e sul suo funzionamento consultare queste pagine:


Distrowatch;

Linux - Come cominciare.

Foto: © Pixabay.

Potrebbe anche interessarti

L'articolo originale è stato scritto da Carlos-vialfa. Tradotto da n00r. Ultimo aggiornamento 31 luglio 2017 alle 13:30 da AntonelloCCM.
Il documento intitolato «Come scegliere una distribuzione Linux» dal sito CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.