Backup

Fai una domanda
La realizzazione di un'architettura ridondante permette di assicurarsi la sola disponibilità di dati di un sistema ma non di proteggere i dati contro gli errori delle operazioni degli utenti o contro delle catastrofi naturali come incendio, inondazione o anche terremoto.

È quindi necessario prevedere dei meccanismi di backup, idealmente su siti remoti, per garantire la perennità dei dati. Inoltre, il backup consente di assicurare una funzione di archiviazione, cioè di conservare i vari dati in uno stato corrispondente ad una certa data.



Tipi di backup

Il meccanismo di backup elaborato deve imperativamente essere pensato in modo da assicurare la perennità e il recupero dell'insieme dei dati critici dell'organizzazione, indipendentemente dall'incidente subito, senza perturbare il funzionamento del sistema d'informazione. Così, la scelta del meccanismo di backup deve essere oggetto di una strategia che definisca i dati da salvare, la frequenza, il modo di farlo e un piano di recupero sull'incidente che indichi la procedura necessaria per stabilire il funzionamento normale in caso di incidente.


Si distinguono solitamente le seguenti categorie di backup:

Backup completo;

Backup differenziale;

Backup incrementale;

Backup a delta;

Logging.

Backup completo

L'obiettivo del backup completo (in inglese full backup) è di realizzare una copia conforme dei dati da salvare su un supporto separato. Tuttavia, per dei grossi volumi di dati, il backup completo può porre dei problemi di lentezza (se i dati sono modificati durante il salvataggio), di disponibilità dato che crea degli accessi a dischi lunghi e intensi o ancora di costo considerata la capacità necessaria. D'altra parte permette di ottenere un'immagine fedele dei dati ad un tempo t.

Backup incrementale

Il Backup incrementale (in inglese incremental backup) consiste nel copiare tutti gli elementi modificati dal backup precedente. Questo tipo di salvataggio è più performante rispetto ad un backup totale dato che permette di focalizzarsi unicamente sui file modificati con uno spazio di memorizzazione ridotto, ma necessita d'altra parte di avere i backup precedenti per ricostituire il backup completo.

Backup differenziale

Il Backup differenziale (in inglese differential backup) si focalizza unicamente sui file modificati dall'ultimo backup completo, il che lo rende più lento e più costoso in termini di memorizzazione rispetto ad un backup incrementale ma ugualmente più affidabile dato che solo il backup completo è necessario per ricostituire i dati salvati.

Backup a delta

Il Backup a delta (in inglese delta backup) è un backup incrementale su degli elementi di dati a granularità più fine, cioè a livello di ogni blocco di dati e non solamente a livello del file.

Foto: © Pixabay.
Jean-François Pillou

I nostri contenuti sono creati in collaborazione con esperti di high-tech, sotto la direzione di Jean-François Pillou, fondatore di CCM.net e digital director del Gruppo Figaro. CCM è un sito di high-tech leader a livello internazionale ed è disponibile in 11 lingue.

Scopri di più sul team CCM

Potrebbe anche interessarti

Ultimo aggiornamento 16 gennaio 2018 alle 15:35 da Antonello Ciccarello.

Il documento intitolato «Backup» dal sito CCM (https://it.ccm.net/) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.