Differenze tra i cavi audio e video

Se si sta cercando di configurare una nuova televisione o un sistema audio, si saprà certamente che differenziare i cavi di colore diverso può rilevarsi una vera e propria sfida. Purtroppo, nonostante la tecnologia risulti avanzata, i cavi restano sempre un male necessario, con il quale avere a che fare.

Con una spiegazione elementare, l’uso dei cavi è atto a facilitare la comunicazione dei segnali audio e video, senza né convertire o elaborare informazioni, ma semplicemente servendo da intermediari tra le parti, ossia tra i dispositivi che collegano. In questa guida illustreremo come differenziare i cavi audio dai cavi video e come entrare nel mondo dei sistemi di codifica a colori utilizzato dalle aziende per facilitare la ricerca del cavo giusto.

I vari tipi di cavo


Cavi audio

Esistono due macro-categorie di cavi audio: analogici RCA o a diffusori (speaker wire). Il primo, quello analogico RCA, rappresenta forse i più comuni cavi audio presenti nel mercato, spesso accoppiati con i colori rosso o bianco e nero. Cavi, questi, che sono soliti connettere lettori multimediali come DVD o lettori Blu-Ray, con televisioni o anche con stereo e casse. Tutti i cavi RCA sono a coppia per facilitare la trasmissione dei suoni dalle due parti del dispositivo: il cavo rosso che trasmette il suono dalla destra del dispositivo, e il bianco (o nero) che trasmette il suono dalla parte sinistra:


I diffusori, invece, sono fatti in rame e si suddividono per gamma con riferimento a spessore e lunghezza. Questi sono utilizzati per collegare amplificatori e altoparlanti audio.

Cavi video

Ci sono tre macro categorie di questi cavi video: composito, componenti video e DVI (digital video interface).

Anche se sono dei tipi di cavo vecchi, i cavi compositi sono ancora molto utilizzati. Contrassegnati dal colore giallo, i cavi compositi sono spesso forniti con cavi RCA analogici. Essi sono atti a facilitare la trasmissione del colore e della luminosità da un disco allo schermo:



I cavi video componenti sono una specie di cavo a tre colorati in rosso, giallo e blu. Questi cavi sono molto spesso associati con i sistemi di alta tecnologia come i Blu-Ray e la HDTV, per la loro capacità a visualizzare immagini più nitide e dai colori più intensi. Infine, i cavi DVI, specifici delle HDTV e di altri sistemi ad alta definizione. Questi connettori a 18 pin possono essere spesso scambiati per cavi del computer e sono utilizzati per collegare una sorgente video (ad esempio un lettore DVD) a un dispositivo di visualizzazione (ad esempio un monitor).

Potrebbe anche interessarti

L'articolo originale è stato scritto da ChristinaCCM. Tradotto da e-claudia. Ultimo aggiornamento 5 ottobre 2016 alle 09:53 da AntonelloCCM.
Il documento intitolato «Differenze tra i cavi audio e video» dal sito CCM (https://it.ccm.net/) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.
Come clonare un hard disk
Come ripristinare le impostazioni di fabbrica su LG Smart TV