Reti - Client ricco

ES FR IT
Fai una domanda
Un client ricco è un compromesso tra il client leggero e il client pesante. L'obiettivo del client ricco è quindi di proporre un'interfaccia grafica, basata sulla sintassi XML che permette di ottenere delle funzionalità simili a quelle di un client pesante (trascinare, opzioni, multi finestre, menu scorrevoli).

I client ricchi permettono così di generare la parte principale dei trattamenti nel lato server. I dati sono in seguito trasmessi in un formato di scambio standard che utilizza la sintassi XML (SOAP, XML-RPC), poi interpretati dal client ricco. Gli standard principali che permettono di definire un'applicazione ricca sono i seguenti:


XAML (eXtensible Application Markup Language), da pronunciare «zammel», uno standard XML proposto da Microsoft, usato soprattutto nelle applicazioni che usano il framework .NET;


XUL, da pronunciare «zoul», uno standard XML proposto dalla fondazione Mozilla, usato ad esempio nel client di messaggeria Mozilla Thunderbird o nel navigatore Mozilla Firefox;

Flex, uno standard XML proposto dalla società Macromedia.

Foto: © Pixabay.
Jean-François Pillou

I nostri contenuti sono creati in collaborazione con esperti di high-tech, sotto la direzione di Jean-François Pillou, fondatore di CCM.net e digital director del Gruppo Figaro. CCM è un sito di high-tech leader a livello internazionale ed è disponibile in 11 lingue.

Scopri di più sul team CCM

Ultimo aggiornamento 22 dicembre 2017 alle 15:14 da Antonello Ciccarello.

Il documento intitolato «Reti - Client ricco» dal sito CCM (https://it.ccm.net/) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.