0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

La cartella AppData di Windows 8/7/10


Le applicazioni Windows, generalmente, archiviano i loro dati nella directory AppData che è propria per ogni utente del sistema. Vi sono anche altre cartelle AppData nascoste per default per quanti sono gli utenti.


Dove si trova AppData

Ogni account utente possiede la sua cartella AppData con un contenuto specifico, che permette alle applicazioni di conservare i diversi dati per utente. La cartella AppData esiste su Windows 10, Windows 8, Windows 7 e Windows Vista. Ogni utente ha una cartella AppData. Ad esempio, per l’utente "Tizio", la cartella AppData sarà situata in
C:\Users\Tizio\AppData
. Per potervi accedere è sufficiente scegliere questo percorso nella barra degli indirizzi di una finestra Windows. Un’altra opzione consiste nel scegliere %APPDATA% che corrisponde a
C:\Users\Tizio\AppData\Roaming
. Da qui sarà sufficiente scendere da una directory o inserire %APPDATA%/../.

Local, LocalLow e Roaming

Le cartelle AppData contengono 3 sotto directory chiamate Local LocalLow e Roaming, che giocano un ruolo specifico:

Il Roaming, è la directory che contiene i dati “itineranti” dell’utente, ossia quelli che potenzialmente lo seguono da un computer ad un altro, indipendentemente dal dispositivo utilizzato.

La cartella Local, contiene i dati specifici ad un computer, ossia quei dati che lo sviluppatore di un’applicazione non vuole sincronizzare tra diverse macchine. Può trattarsi di dati della cache o di parametri puramente locali. Da notare che se il computer non appartiene ad un dominio, non vi è molta differenza tra Roaming e Local.

Il LocalLow simile al dossier Local, tranne per quelle applicazioni che hanno unicamente bisogno di scrivere dati, ma separatamente dal resto dei dati al fine di non avere accesso ad altre informazioni. Questo è ad esempio il caso della modalità Privata di Internet Explorer.

Come salvare AppData?

Il dossier AppData è nascosto per default, il che significa che l’utente non ha necessità di accedervi. Pertanto non è utile eseguire un backup della cartella AppData. Tuttavia, salvarlo con il resto delle cartelle del proprio account utente, non può nuocere. Questo avviene quando si vuole salvare i dati di un software specifico o di un gioco per non dover perdere le configurazioni impostate o i progressi raggiunti. Ciononostante, alcuni programmi archiviano spesso dei dati nella base del registro e non è detto che salvando questo file si ritrovi tutta la configurazione del software.

Foto: © Microsoft.
0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Fai una domanda
Jean-François Pillou

I nostri contenuti sono creati in collaborazione con esperti di high-tech, sotto la direzione di Jean-François Pillou, fondatore di CCM.net e digital director del Gruppo Figaro. CCM è un sito di high-tech leader a livello internazionale ed è disponibile in 11 lingue.

Scopri di più sul team CCM

Potrebbe anche interessarti

0 Commento