Ping

Dicembre 2016
«Ping» è l'acronimo di Packet INternet Groper ed è senza alcun dubbio uno degli strumenti di amministrazione delle rete più conosciuto.


A cosa serve lo strumento Ping

Ping è uno degli strumenti più semplici dato che permette, grazie all'invio di pacchetti, di verificare se un terminale remoto risponde e, per estensione, se sia accessibile dalla rete.Lo strumento ping permette inoltre di diagnosticare la connettività di rete grazie ad un comando di tipo:
ping nome.del.terminale
.

In questo caso, nome.del.terminale rappresenta l'indirizzo IP del terminale oppure il suo nome. Solitamente si preferisce in un primo tempo provare con l'indirizzo IP del terminale.

Funzionamento del ping

Ping si basa sul protocollo ICMP, che permette di diagnosticare le condizioni di trasmissione. Esso utilizza così due tipi di messaggi del protocollo (sui 18 proposti dall'ICMP):

Il tipo 0 corrisponde ad un comando "echo request", emesso dal terminale sorgente;

Il tipo 8 corrisponde ad un comando "echo reply", emesso.

Ad intervalli regolari (da default ogni secondo), il terminale sorgente (quello su cui si esegue il comando ping) invia un comando "echo request" al terminale scelto. Alla ricezione del pacchetto "echo reply", il terminale sorgente visualizza una linea contenente un certo numero di informazioni. In caso di non ricezione della risposta, sarà visualizzata una linea indicante "Richiesta scaduta".

Risultato di un comando ping

A seconda del sistema operativo, la visualizzazione dell'uscita di un comando ping potrà essere leggermente diversa. Ecco il risultato di un comando simile su un sistema GNU/Linux:

ping www.ccm.net

PING www.ccm.net (163.5.255.85): 56 data bytes
64 bytes from 163.5.255.85: icmp_seq=0 ttl=56 time=7.7 ms
64 bytes from 163.5.255.85: icmp_seq=1 ttl=56 time=6.0 ms
64 bytes from 163.5.255.85: icmp_seq=2 ttl=56 time=5.5 ms
64 bytes from 163.5.255.85: icmp_seq=3 ttl=56 time=6.0 ms
64 bytes from 163.5.255.85: icmp_seq=4 ttl=56 time=5.3 ms
64 bytes from 163.5.255.85: icmp_seq=5 ttl=56 time=5.6 ms
64 bytes from 163.5.255.85: icmp_seq=6 ttl=56 time=7.0 ms
64 bytes from 163.5.255.85: icmp_seq=7 ttl=56 time=6.0 ms
--- www.ccm.net ping statistics ---
8 packets transmitted, 8 packets received, 0% packet loss
round-trip min/avg/max = 5.3/6.1/7.7 ms


Ecco il risultato di un tale comando su un sistema Windows:

ping www.ccm.net 
Invio di una richiesta 'ping' su www.kioskea.net [163.5.255.85] con 32 bytes di dati:
Risposta di 163.5.255.85: bytes=32 tempo=34 ms TTL=54
Risposta di 163.5.255.85: bytes=32 tempo=37 ms TTL=54
Risposta di 163.5.255.85: bytes=32 tempo=32 ms TTL=54
Risposta di 163.5.255.85: bytes=32 tempo=33 ms TTL=54
Statistiche Ping per 163.5.255.85:
Pacchetti: inviati = 4, ricevuti = 4, persi = 0 (perdita 0%),
Durata approssimativa dei loop in millisecondi:
Minimo = 32ms, Massimo = 37ms, Media = 34ms


L'uscita del comando ping permette inoltre di conoscere:

L'indirizzo IP corrisponde al nome del terminale remoto;

Il numero di sequenza ICMP;

La durata di vita del pacchetto (TTL, Time To Live). Il campo della durata di vita (TTL) permette di conoscere il numero di router attraversati dai pacchetti allo scambio fra i terminali. Ogni pacchetto IP ha un campo TTL posizionato ad un valore relativamente elevato. Ad ogni passaggio in un router, il campo è diminuito. Se il campo raggiunge lo zero, il router lo interpreta come se un ritorno in loop del pacchetto e lo distruggerà;

Il tempo di propagazione in loop (round-trip delay) corrisponde alla durata in millisecondi di un'andata-ritorno tra il terminale sorgente e il terminale scelto. Generalmente un pacchetto deve avere un tempo di propagazione inferiore a 200 ms;

Il numero di pacchetti persi.

Potrebbe anche interessarti :

Ping
Ping
Ping
Ping
Ping
Ping
Ping
Ping
Ping
Ping
Il documento intitolato « Ping » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.