Lista completa dei comandi cmd (MS-DOS)

Fai una domanda
I comandi dell’interprete dei comandi di Windows, chiamati per abuso di linguaggio comandi MS-DOS, in riferimento al sistema da cui ha avuto origine, rappresentano a volte un’ultima istanza di ricorso se il sistema Windows non si avvia correttamente. Per questo è importante conoscere tutti o parte dei comandi in .bat. In questa guida vedremo come accedere alla lista completa dei comandi MS-DOS e capiremo a cosa servono, grazie ad una piccola descrizione di ogni programma.


Lanciare l’invito di comando su Windows

Una delle soluzioni più efficaci consiste nel lanciare MS-DOS (o CLI). Come molto probabilmente si sa già, trattasi di uno strumento che a per attività principale quella di analizzare, tradurre, e poi, eseguire ogni programma scritto in un linguaggio informatico. Per aprire il prompt dei comandi cliccare sulla tastiera i tasti Windows + R, poi nel campo Esegui digitare cmd e attendere che si apra una finestra C:\WINDOWS:



Accesso alla lista di comandi MS-DOS

Successivamente accanto a C:\Users\nomeutente> digitare il comando
help
e cliccare su Invio. In questo modo la lista dei comandi inclusi nel sistema command.com si visualizzeranno istantaneamente. Da notare che altri comandi, quali
deltree
o
edit
, ad esempio, non potranno essere chiamati che con l’aiuto di un altro file eseguibile DOS.

Sintassi completa dei comandi DOS

Da riporre l’attenzione è certamente il fatto che un cattivo utilizzo dei comandi MS-DOS è suscettibile di danneggiare il proprio computer in maniera più o meno grave. La lista serve proprio a prevenire ogni tipo di incidente che potrebbe verificarsi in caso di comandi errati o mal inseriti. In questa lista, si potrà notare come ogni comando si accompagna da una breve descrizione, in modo tale da poter comprendere la funzione di ogni comando, prima che esso possa essere utilizzato:



C:\Users\nomeutente>help
Per ulteriori informazioni su uno specifico comando, digitare HELP nome comando
ASSOC, visualizza o modifica le associazioni alle estensioni dei file;
ATTRIB, visualizza o modifica gli attributi del file;
BREAK, attiva o disattiva il controllo esteso di CTRL+C;
BCDEDIT, imposta le proprietà nel database di avvio per il controllo dell'avvio.
CACLS, visualizza o modifica gli elenchi di controllo di accesso (ACL) dei file.
CALL, richiama un programma batch da un altro.
CD, visualizza il nome della directory corrente o consente di passare a un'altra directory.
CHCP, visualizza o imposta il numero di tabella codici attiva.
CHDIR, visualizza il nome della directory corrente o consente di passare a un'altra directory.
CHKDSK, controlla un disco e visualizza il relativo rapporto sullo stato.
CHKNTFS, visualizza o modifica la verifica di un disco durante l'avvio.
CLS, cancella lo schermo.
CMD, avvia una nuova istanza dell'interprete dei comandi di Windows.
COLOR, imposta i colori predefiniti in primo piano e dello sfondo della console.
COMP, confronta il contenuto di due file o di due gruppi di file.
COMPACT, visualizza o modifica la compressione di file su partizioni NTFS.
CONVERT, converte volumi FAT in NTFS. Non è possibile convertire l'unità in uso.
COPY, copia uno o più file in un'altra posizione.
DATE,visualizza o imposta la data.
DEL, elimina uno o più file.
DIR, visualizza un elenco di file e sottodirectory in una directory.
DISKPART, visualizza o configura le proprietà di Partizione disco.
DOSKEY, modifica righe di comando, richiama comandi di Windows e crea macro.
DRIVERQUERY, visualizza stato e proprietà del driver di dispositivo corrente.
ECHO, visualizza messaggi o attiva e disattiva la ripetizione a video dei comandi.
ENDLOCAL, termina la localizzazione di modifiche di ambiente in un file batch.
ERASE, elimina uno o più file.
EXIT, termina il programma CMD.EXE (interprete dei comandi).
FC, confronta due file o set di file e ne visualizza le differenze.
FIND, ricerca una stringa di testo in uno o più file.
FINDSTR, ricerca stringhe nei file.
FOR, esegue un comando specificato per ogni file in un set di file.
FORMAT, formatta un disco per l'utilizzo con Windows.
FSUTIL, visualizza o configura le proprietà del file system.
FTYPE, visualizza o modifica i tipi di file utilizzati nelle associazioni delle estensioni di file.
GOTO, indirizza l'interprete dei comandi di Windows a una riga con etichetta in un programma batch.
GPRESULT, visualizza le informazioni relative a Criteri di gruppo per il computer o l'utente.
GRAFTABL, abilita Windows alla visualizzazione di un set di caratteri estesi in modalità grafica.
HELP, fornisce informazioni della Guida per i comandi di Windows.
ICACLS, visualizza, modifica ed esegue il backup o il ripristino degli ACL per file e directory.
IF, esegue un'elaborazione condizionale in un programma batch.
LABEL, crea, cambia o elimina l'etichetta di volume di un disco.
MD, crea una directory.
MKDIR, crea una directory.
MKLINK, crea collegamenti simbolici e reali
MODE, configura un dispositivo di sistema.
MORE, visualizza l'output una schermata alla volta.
MOVE, sposta uno o più file da una directory a un'altra directory.
OPENFILES, visualizza i file aperti dagli utenti remoti per una determinata condivisione di file.
PATH, visualizza o imposta un percorso di ricerca per file eseguibili.
PAUSE, sospende l'elaborazione di un file batch e visualizza un messaggio.
POPD, ripristina il valore precedente della directory corrente salvato con PUSHD.
PRINT, stampa un file di testo.
PROMPT, cambia il prompt dei comandi di Windows.
PUSHD, salva la directory corrente e poi la cambia.
RD, rimuove una directory.
RECOVER, recupera le informazioni leggibili da un disco danneggiato o difettoso.
REM, registra commenti (note) in file batch o CONFIG.SYS.
REN, rinomina uno o più file.
RENAME, rinomina uno o più file.
REPLACE, sostituisce i file.
RMDIR, rimuove una directory.
ROBOCOPY, utilità avanzata per la copia di file e alberi di directory
SET, visualizza, imposta o rimuove variabili di ambiente di Windows.
SETLOCAL, inizia la localizzazione di modifiche di ambiente in un file batch.
SC, visualizza o configura i servizi (processi in background).
SCHTASKS, pianifica comandi e programmi da eseguire su un determinato computer.
SHIFT, modifica la posizione di parametri sostituibili in file batch.
SHUTDOWN, consente il corretto arresto del computer in modalità locale e remota.
SORT, ordina l'input.
START, avvia una finestra separata per l'esecuzione del programma o comando specificato.
SUBST, associa il percorso a una lettera di unità.
SYSTEMINFO, visualizza la configurazione e le proprietà specifiche del computer.
TASKLIST, visualizza tutte le attività in esecuzione inclusi i servizi.
TASKKILL, interrompe o arresta un processo o un'applicazione in esecuzione.
TIME, visualizza o imposta l'ora del sistema.
TITLE, imposta il titolo della finestra per una sessione CMD.EXE.
TREE, visualizza graficamente la struttura di directory di un'unità o percorso.
TYPE, visualizza il contenuto di un file di testo.
VER, visualizza la versione di Windows.
VERIFY, indica se effettuare o meno la verifica della corretta scrittura dei file sul disco.
VOL, visualizza l'etichetta di volume e il numero di serie del disco.
XCOPY, copia file e alberi di directory.
WMIC, visualizza le informazioni relative a WMI all'interno della shell dei comandi interattivi.

Foto: © Pixabay.