3
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Cos’è il cashback di stato e come funziona

Dicembre è sinonimo di Natale e, nonostante le restrizioni in atto per combattere il Covid-19, molti non rinunceranno all’acquisto dei tradizionali regali di Natale. Per incentivare i pagamenti elettronici il governo ha pensato al lancio del cosiddetto cashback di stato, il cui avvio è previsto per a partire da gennaio 2021 e fa parte del progetto Italia Cashless. In occasione delle vacanze natalizie ne verrà anche introdotta una versione ad hoc, un cashback di Natale, che dovrebbe partire a breve. In questo articolo ti spiegheremo cos’è il cashback di stato e come funziona questo bonus.

Cos’è il cashback di stato?

Il cashback di stato, il cui decreto attuativo è stato recentemente pubblicato in Gazzetta Ufficiale, è una delle misure messe in atto dal Governo Conte (insieme alla lotteria degli scontrini) per scoraggiare l’evasione fiscale. Si tratta di un piccolo rimborso che si ottiene se si fanno acquisti in negozi fisici (quindi non online) pagando tramite carta di debito, di credito o altri sistemi di pagamento, come Google Pay, Apple Pay, Satispay, ecc. Grazie al cashback di stato si potrà ottenere un rimborso del 10% su una spesa massima di 1.500€ ogni 6 mesi (quindi 150€ di cashback). Questo però a condizione che si effettuino almeno 50 pagamenti elettronici nel corso dei sei mesi stabiliti. Chi aderisce al progetto potrà quindi ottenere fino a 300€ di rimborso in un anno. Naturalmente, l’importo ottenuto dal cashback di stato sarà esente da tassazione.

Come ottenere il cashback di stato

Per partecipare al cashback di stato non bisognerà avere particolari requisiti. Basterà scaricare l’app della pubblica amministrazione IO Italia (già utilizzata per il bonus vacanze) e registrarsi tramite la propria carta d'identità elettronica o con le proprie credenziali SPID.

Fatto ciò non resta altro che inserire il proprio codice fiscale, i dati di pagamento che si utilizzeranno per gli acquisti (carte, app o e-wallet) e il proprio codice IBAN, in modo da poter poi ottenere il cashback direttamente sul proprio conto. Il rimborso sarà visibile già dal mese successivo alla fine del semestre. Ad esempio, se si ha diritto ad un rimborso di 150 €, per gli acquisti effettuati tra gennaio e giugno 2021, questo sarà erogato a luglio.

Infine è anche previsto un ulteriore bonus per i 100.000 cittadini che si registreranno al progetto ed effettueranno il maggior numero di operazioni. Questo super-cashback consiste in 2 premi da 1.500 € (uno ogni semestre). Non importa l’importo della spesa, l’importante è soltanto il numero dei pagamenti elettronici effettuati.

Cashback di Natale

Prima del lancio vero e proprio del cashback di stato, il Governo ha pensato di lanciarne una versione natalizia in anteprima, ufficializzata lo scorso 28 novembre con la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale. Questo cashback funzionerà in modo simile alla versione standard. In primis la durata. Il cashback di Natale avrà inizio l’8 dicembre 2020 e terminerà a fine mese.

L’importo massimo del rimorso rimane uguale (150 € su 1.500 € spesi), ma il numero delle operazioni minime si riduce a 10 e non 50, come nel cashback di stato. Il rimborso del cashback di Natale verrà poi accreditato sul proprio conto a partire da febbraio 2021, sempre tramite l’app IO.it.

3
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Fai una domanda
I nostri contenuti sono creati in collaborazione con esperti di high-tech, sotto la direzione di Jean-François Pillou, fondatore di CCM.net. CCM è un sito di high-tech leader a livello internazionale ed è disponibile in 11 lingue.
Potrebbe anche interessarti
Il documento intitolato « Cos’è il cashback di stato e come funziona » dal sito CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.