Dai un voto

Bandizip

1 voto - 5.0 /5
Dai la tua opinione
Editor:
Versione:
6.12
Bandizip
Windows 7 Windows 8 Windows 10 - Italiano
10/10

Software essenziale per condividere velocemente i propri file via email.

Posti
1594
Data di registrazione
lunedì 27 aprile 2015
Stato
Amministratore
Ultimo intervento
giovedì 29 ottobre 2020
Quando si copia o inviano molti file via email, l'utilizzo di un software di compressione è essenziale per accelerarne il trasferimento. Bandizip è un software di compressione gratuito, con diverse funzionalità, utile a questo scopo. Brandizip consente di comprimere o decomprimere un archivio in pochi click. Supporta gli archivi ZIP, RAR, 7Z, ARJ, ALZ, EGG, LZH, TAR, BH, GZ, BZ2, JAR, ISO, CAB, WIM, XZ, utilizzando l'algoritmo di compressione potente per accelerare il processo di un lato e l'altro lato per ridurre la dimensione dei file di destinazione. Supporta il drag-and-drop: per facilitare l'attività di scaricamento file; supporta anche Unicode e il ritaglio di un archivio in più pezzi. Il software è anche in grado di creare file autoestraenti in formato .exe, evitando di scaricare un programma specifico per aprirli.
Bandizip può anche creare un archivio crittografato, a scelta tra algoritmo di crittografia, ti offre la possibilità di scegliere tra ZipCrypto e AES 256bits. Infine, integrato con Windows Explorer, consente di creare o estrarre uno o più file contemporaneamente tramite tasto destro del mouse.

Potrebbe anche interessarti

Ortografia alternativa: Bandizip free ita download, Bandizip Windows 10 gratis, Bandizip free ita download, Bandizip gratis Windows 7, scaricare Bandizip per PC gratis, software di compressione gratis per PC gratis, BANDIZIP-SETUP-ONLINE-6.12.EXE, BANDIZIP-SETUP-ONLINE.EXE
Ultimo aggiornamento 13 agosto 2020 alle 09:32.
Aggiungi commento

Commento

Posti
1594
Data di registrazione
lunedì 27 aprile 2015
Stato
Amministratore
Ultimo intervento
giovedì 29 ottobre 2020
1.179
Software essenziale per condividere velocemente i propri file via email.
Commenta la risposta di Antonello Ciccarello