Dai un voto

Elden Ring per PC

Elden Ring per PC
Windows 10 - Italiano
10/10

Imperdibile gioco vincitore della categoria most anticipated game dei Game Awards 2021!

Claudia Scarciolla
Posti
2887
Data di registrazione
lunedì 5 gennaio 2015
Stato
Amministratore
Ultimo intervento
venerdì 2 settembre 2022

Elden Ring è l'ultimo gioco di FromSoftware, lo sviluppatore responsabile di Demon's Souls, Dark Souls, Bloodborne e Sekiro. Annunciato dal 2019, il gioco è stato rilasciato il 25 febbraio 2022. Cosa offre? Scopriamo insieme tutte le caratteristiche del gioco più atteso degli ultimi tempi.

Origine dell'Elden Ring

Lo sviluppo di Elden Ring è iniziato poco dopo l'ultimo DLC per Dark Souls 3, circa quattro anni fa. Il gioco non è una continuazione o un'estensione di altri giochi: è un progetto originale di FromSoftware. Anche se è stato ispirato da alcuni elementi e meccaniche di Sekiro e Bloodborne, Elden Ring è una produzione indipendente dello studio, contenente elementi familiari dei giochi Soulsborne, ma con un proprio mondo, tradizione ed estetica. Vale la pena ricordare che dietro la sua creazione vi è anche George R. R. Martin, il creatore di Game of Thrones. Martin ha lavorato con gli sviluppatori per creare la base del gioco, ovvero la storia del mondo, i suoi miti e tutto il resto, e FromSoftware ha costruito la narrativa su questa base. Quindi quello che abbiamo è un viaggio epico degli dei!

Trama

Secondo l'uscita del gioco, il tema di Elden Ring riguarda le ambizioni e la volontà dell'umanità. L'eroe è guidato dalla grazia a portare il potere del Pristine Ring e diventare un Pristine Lord nelle Midlands. Elden Ring: nome della potente forza misteriosa che definisce il mondo di gioco, capace di costruire la realtà, ma vulnerabile ai pericoli dell'instabilità. È fragile e i suoi anelli possono essere disallineati. Si tratta di un dramma epico nato da un mito.

Gameplay

  • Mondo aperto: la grande novità del gioco, frutto della partnership tra Miyzaki e FromSoftware, è il progetto open world dello studio, dove comunque il classico level design dei giochi precedenti è stato mantenuto. Ciò significa che le mappe offerte sono vaste ed emozionanti con molto spazio da esplorare. Il giocatore attraverserà diversi regni, con castelli, città e dungeon pieni di connessioni, scorciatoie, trappole e complessi progetti tridimensionali che si connettono in modo fluido.
  • Elementi di gioco di ruolo: in Elden Ring, il giocatore si confronta con un mondo aperto, con tutto il suo potenziale bellicoso. Ognuno segue la propria strada, creando personaggi e narrazioni e utilizzando armi, incantesimi e strategie per costruire una storia stratificata raccontata in frammenti.
  • Creazione e personalizzazione del personaggio: la creazione e la personalizzazione dell'aspetto del personaggio è un'altra grande novità. Il giocatore avrà, soprattutto, un elemento originale che consta di una o più braccia protesiche viventi e magiche adattate alle braccia o al busto del personaggio. Questa è una meccanica di gioco che ricorda molto Sekiro. Inoltre, puoi combinare liberamente armi, armature e incantesimi per diventare un potente guerriero e padroneggiare la magia.

Modalità di gioco

Gioco multiplayer con connessione diretta con altri giocatori. Il gioco supporta un elemento online asincrono unico, che ti consente di sentire la presenza degli altri.

Elden Ring è gratis?

No, Elden Ring non è un gioco gratuito. Il suo costo si aggira intorno ai 60€ su Steam e vi è anche una versione Elden Ring Deluxe Edition a 80€.

Limite d'età

Per la presenza di scene violente, Elden Ring è stato classificato con etichetta PEGI 16.

Requisiti minimi

  • Sistema operativo: Windows 10.
  • Processore: Intel Core i5-8400 o AMD Ryzen 3 3300X.
  • Memoria: 12 GB di RAM.
  • Scheda video: Nvidia GeForce GTX 1060 o AMD Radeon RX 580.
  • DirectX: versione 12.
  • Spazio di archiviazione: 60 GB.

Altri sistemi

Elden Ring è disponibile anche per PlayStation e Xbox.

Potrebbe anche interessarti
Aggiungi commento Commento
Visualizza commento
Commenta la risposta di Claudia Scarciolla