Linguaggi informatici - API

Fai una domanda
Un API (Application Programmable Interface, tradotto «Interfaccia di Programmazione di un'Applicazione») è un insieme di funzioni che permettono d'accedere ai servizi di un'applicazione, mediante un linguaggio di programmazione. Un API permette di fornire un certo livello di astrazione al programmatore, sarebbe a dire gli nasconde la difficoltà dell'accesso a un sistema o ad un'applicazione proponendo un set di funzioni standard dove solamente i parametri e i valori rinviati sono conosciuti.

Così, per analogia con un'automobile, il conducente non deve per forza conoscere il funzionamento meccanico di un veicolo per poterlo guidare. Solo un interfaccia composta da un volante, dei pedali (acceleratore, frizione e freno), delle leve (frecce, fari cambio) e dei pulsanti (frecce d'emergenza, anti-nebbia, clacson, ecc.) gli sono accessibili: si tratta in un certo qual modo dell'interfaccia proposta all'utente.


Mediante gli API, uno sviluppatore non deve quindi preoccuparsi del modo in cui funziona un'applicazione remota, né della maniera in cui le funzioni sono state implementate per poter usare un programma. Un'API può essere disponibile per un linguaggio particolare oppure per diversi linguaggi di programmazione.


Foto: © Pixabay.
Jean-François Pillou

Jean-François Pillou - Fondatore di CCM
Meglio conosciuto come Jeff, Jean-François Pillou è il fondatore di CommentCaMarche.net. È anche CEO di CCM Benchmark e digital director presso il Gruppo Figaro.

Scopri di più sul team CCM

Potrebbe anche interessarti

Ultimo aggiornamento 16 novembre 2017 alle 13:29 da Antonello Ciccarello.

Il documento intitolato «» dal sito CCM (https://it.ccm.net/) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.