Condividere una connessione internet

Novembre 2016
Se disponete di una rete locale (due o più computer collegati in rete) di cui uno connesso ad Internet (attraverso un modem ADSL, un cavo, ecc.) potrebbe essere interessante rendere la connessione accessibile agli altri computer della rete locale installando un software che verrà utilizzato come proxy per offrire l'accesso ai computer della rete per procura, reindirizzando le informazioni.


Vantaggi

Più il numero degli utenti è alto, più la larghezza di banda per ognuno sarà limitata dato che gli utenti condividono la larghezza di banda del proxy, ecc. Così se otto persone sono connesse con una connessione ADSL a 512 Kbps, resteranno soltanto 64 Kbps per persona, cioè 6 o 7 kb/s per persona, cioè non granché: inutile navigare in 8 sul Web con un modem.

Esistono molti software che permettono di realizzare questa funzione. Il più conosciuto fra loro è il software Wingate, che funge da server (sul computer connesso a Internet) e da client (su tutti i computer della LAN che si vogliono connettere a Internet). Wingate è un shareware, cioè un software a pagamento, che permette nella sua versione non registrata di condividere la connessione con uno solo altro computer della rete. La versione non registrata sarà quindi sufficiente per una rete locale composta unicamente da due computer, tuttavia per connettere più computer a internet bisognerà pagare la licenza d'uso.

Configurazione del server

Il server sarà il computer della LAN connesso a Internet. Per poter utilizzare Wingate come server, si deve essere sicuri che il protocollo TCP/IP sia installato correttamente sul computer che fungerà da server. Se il server è connesso a Internet con un modem, i due protocolli seguenti dovrebbero apparire nella finestra Pannello di controllo/Rete:

TCP/IP, scheda compatibile NE2000 (o il nome della scheda di rete collegata alla rete locale);

TCP/IP, Scheda d'accesso remoto.

Bisogna far si che l'indirizzo IP della scheda compatibile NE2000 sia 192.168.0.1 (può essere diverso ma convenzionalmente è questo l'indirizzo che si dà al proxy). Le proprietà del protocollo TCP/IP della scheda di accesso remoto sono forniti dal vostro fornitore di servizi internet, inutile quindi modificarli. Se il computer è connesso a internet attraverso una scheda di rete (cavo, ADSL o altro), i due protocolli seguenti dovrebbero apparire nella finestra Pannello di controllo/Rete:

TCP/IP, scheda compatibile NE2000 (o il nome della scheda di rete collegata alla rete locale);

TCP/IP, scheda compatibile NE2000 (o il nome della scheda di rete collegata a internet) Si tratta di modificare l'indirizzo IP nelle proprietà TCP/IP della scheda "collegata alla LAN".

Bisogna poi installare il software Wingate come server su questo terminale ( le versioni recenti, cioè 3.0 e superiori, chiedono di scegliere tra client e server, mentre le versioni precedenti potevano essere installate solo sul server). Una volta che Wingate sarà installato, funziona come servizio, cioè non funziona come un'applicazione normale che può essere vista come processo quando si apre il Task Manager di Windows (premere simultaneamente CTRL + ALT + CANC). Così, per configurarlo bisogna usare l'utility GateKeeper fornito con Wingate.

Questa utility permette di configurare gli accessi per gli utenti che utilizzeranno il proxy. Potrete quindi definire le autorizzazioni per ogni utente (cioè i servizi a cui ha accesso) e vedere in tempo reale gli utenti connessi. Nell'interfaccia di Gatekeeper vi sono tre opzioni che vi permettono di configurare:

Le autorizzazioni di ogni utente (scheda Users);

I servizi attuati (scheda Services), cioè quelli a cui gli utenti avranno il diritto di accedere;

La configurazione avanzata di Wingate (scheda System):




Wingate vi permette di aggiungere gli utenti che potranno "passare" dal proxy (evitate di permettere l'accesso alla LAN dall'esterno, ecc.). Potete anche aggiungere a piacimento dei servizi (ICQ, FTP, WWW, ecc.) specificando le porte associate ad ogni servizio.

Wingate può redigere un file di log degli eventi che permette di conoscere le azioni di ogni utente connesso con un proxy. Infine Wingate dispone di un sistema di cache che tiene in memoria le pagine visitate di frequente per evitare agli utenti della LAN connessa al Web di dover ricaricare più volte la stessa informazione.

Configurazione dei client

I client sono i computer che saranno connessi al server. Per permettere ai client di accedere ad Internet, è necessario, con delle versioni inferiori alla 3.0, configurare ogni applicazione per specificarle che la connessione avviene tramite proxy. Per le versioni 3.0 e superiori, è possibile installare Wingate come client su ognuno dei computer per evitare di dover configurare tutte le applicazioni, tuttavia quest'ultima cosa è possibile.


Così, tutte le applicazioni recenti relative a Internet (browser, client FTP, ICQ, ecc.) hanno un'opzione "proxy server" chiamata talvolta firewall per abuso di linguaggio, questa opzione può assomigliare a:



Si deve quindi inserire come indirizzo quello del terminale che funge da server (cioè 192.168.0.1 per convenzione) nonché la porta associata all'applicazione (8080 da default).

Configurazione del browser internet

Per configurare il vostro browser Internet, vi basta andare sulle preferenze (opzioni, configurazione, ecc.) e trovare l'opzione "usa proxy", "configura proxy", ecc., dipende del browser. Inserite allora nel primo campo l'indirizzo del proxy (192.168.0.1) e nel secondo la porta (8080). Alcuni browser vi richiederanno gli indirizzi del proxy per tutti i servizi, con i due servizi essenziali http e ftp per i quali inserirete i dati come sopra.

Configurazione di un client FTP

I programmi come FileZilla, CuteFTP, WS_FTP, ecc., hanno in generale un'opzione nelle preferenze che permette di precisare l'indirizzo di un server proxy, bisogna quindi inserire l'indirizzo del computer che esegue Wingate server (192.168.0.1) poi inserire la porta 21.

Può essere inserita (opzionalmente) una password se avete limitato gli accessi su Wingate server attribuendo delle password agli utenti della rete locale. Con questo processo i computer della rete locale avranno accesso ai siti FTP sulla porta 21. Per poter accedere ai siti FTP da altre porte bisognerà usare dei client FTP che accettano i servizi SOCKS. SOCKS è un servizio che permette di aprire dinamicamente delle porte su dei proxy, ed è l'unico modo per poter utilizzare delle applicazioni la cui porta è variabile (FTP altre porte oltre alla 21, IRC, ecc.).

Configurazione di un client di messaggeria

La messaggeria o posta elettronica è il servizio più utilizzato su Internet, è quindi essenziale poterlo utilizzare al momento della condivisione di una connessione su una rete locale. Il servizio di posta elettronica comprende due funzioni principali:

L'invio di posta (SMTP);

La ricezione della posta (POP3).

Per la posta in uscita basta precisare nel vostro software di messaggeria l'indirizzo del proxy nel campo riservato all'indirizzo di posta in uscita (che sia SMTP oppure POP3), Wingate si incaricherà di inviare il messaggio.

Per la posta in entrata bisogna che Wingate sappia dove si trova la posta per ogni computer della rete. Così nelle opzioni, nel campo dove inserite di solito il login, bisognerà inserire il vostro login seguito da un diesis poi dall'indirizzo del vostro server di messaggeria, ad esempio vostro_nome#pop.server.com, poi la vostra password abituale nel campo previsto a questo uso.

Annesso

Il software WinGate così come gli altri software gratuiti simili sono disponibili allo spazio download di questo rubrica. La configurazione dei terminali di rete si fa nello stesso modo degli altri software. Per i dettagli consultate le documentazioni di quest'ultimi. Se avete atre domande non esitate a porle nel forum.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Condividere una connessione internet  » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.