Come gestire un sito web con CMS

Marzo 2017

I CMS o sistemi di gestione contenuti, sono diventati strumenti privilegiati per lo sviluppo di siti web professionali. Infatti, questo tipo di software permette di animare e amministrare un sito internet, senza avere competenze tecniche particolari. Grazie al CMS, è possibile creare delle pagine dinamiche e di installare delle funzioni avanzate: forum, negozi online, gallerie fotografiche e video, formulari, ecc.


Cos'è un CMS Open Source

Un sistema di gestione dei contenuti CMS permette di concepire e aggiornare un sito internet senza l'utilizzo di linguaggi o codici di programmazione. Generalmente questi servizi sono open source, gratuiti e migliorabili da tutta la comunità.

Perché usare un sistema di gestione dei contenuti per un sito internet aziendale

I CMS sono prima di tutto strumenti destinati alla comunicazione in ambito aziendale (interna ed esterna). Una volta installato il sistema, i collaboratori possono accedere al sito web, proporre contenuti ed eventualmente interagire con dei prospetti grazie a strumenti dinamici, quali forum, newsletter, commenti agli articoli, ecc. I CMS sono particolarmente adatti ai professionisti che vogliono modificare e arricchire rapidamente il contenuto delle loro pagine internet.

I vantaggi dei CMS

Tra i vantaggi usufruibili, utilizzando questo tipo di servizi, l'host online, che non intacca in alcun modo il proprio PC; la compatibilità con tutti i sistemi operativi e l'accessibilità da qualsiasi browser e la semplicità di gestione e di amministrazione: gli utenti autorizzati possono pubblicare contenuti (articoli) grazie ad un'interfaccia semplice ed autonoma. I CMS, poi, sono gratuiti, poiché open source, consentono di guadagnare tempo: potendo creare il vostro sito partendo da modelli precostruiti, offrono la possibilità di lavoro cooperativo simultaneo sulla stessa piattaforma e di partecipare alla valorizzazione del contenuto editoriale legato alle attività dell'azienda, ampliando la reattività della comunicazione tra i clienti e le imprese.

Gli svantaggi dei CMS

I CMS sono legati all'edizione, che dev'essere sempre aggiornata e ottimizzata, quindi sarà necessario definire un'organismo editoriale (determinare chi pubblica, chi corregge e con che frequenza) e definire una linea editoriale (argomenti dei contenuti, tipologia di espressione, ecc.). Investire del tempo per formare a livello tecnico la redazione e anche se usare un sistema di gestione dei contenuti è semplice, l'installazione può richiedere l'intervento di un professionista, prestatario del servizio.

Principali sistemi di gestione dei contenuti

I CMS più diffusi sono:


Spip (considerato il più accessibile);

Joomla;

eZ Publish;

CMS Made Simple;

Typo 3;

Artiphp;

Open CMS;

WordPress;

Drupal.

Caratteristiche dei sistemi di gestione dei contenuti

I CMS hanno in comune qualche caratteristica fondamentale, come quelle descritte di seguito.

Accesso tramite internet

Per aggiungere contenuti al vostro sito, ogni CMS è dotato di un'interfaccia web accessibile tramite browser. L'insieme di documenti è archiviato in un database autonomo che gestisce le modifiche in tempo reale (pubblicazione di un articolo, iscrizione di un utente al forum, ecc.).

Separare forma e contenuto

Quando aggiungete contenuti, la sua forma (style) è già configurata. Ogni tipo di documento (articolo, immagine) ha una propria architettura (titolo, descrizione, ecc.), che determina come verrà sistemato nella pagina.

Integrazione dati facilitata

L'aggiunta di articoli/dati nella console è semplice. Si fa tramite un pad dotato di icone simili a quelle degli editor testi (ad esempio grassetto, corsivo, ecc.). È possibile visualizzare l'articolo nella sua forma finale prima di metterlo online. A queste tre funzioni principali si aggiungono molte opzioni informative (autore, data di modifica, categorie, ecc.), che permettono di classificarle e di trovarle rapidamente.

Come scegliere un buon sistema di gestione dei contenuti

Per fare una scelta ponderata e di successo è necessario tenere conto di tre fattori: il primo riguarda il progetto comunicativo personale in cui si desidera pubblicare solo informazioni o costituire un negozio online, far partecipare gli utenti e impostare un intranet. In altri termini, dovrete definire quanto complesso sarà il vostro progetto. Il secondo fattore riguarda tutte le caratteristiche inerenti al CMS. I sistemi di gestione dei contenuti possono essere più o meno completi. Typo3 presenta più opzioni e possibilità di personalizzazione di Spip ad esempio. Ma per semplificare il tutto l'impaginazione del sito web, Spip ha degli "scheletri" (modelli di pagina) a disposizione degli utenti. Oltre alle caratteristiche sarà necessario prendere in considerazione la popolarità del CSM. Quest'ultimo fattore è molto importante, poiché i CSM sono sviluppati e arricchiti da una community di utenti, più la community è grande, più si avranno possibilità di trovare tutorial (anche in italiano) ed estensioni (funzioni supplementari) per fare evolvere il vostro manager.

Potrebbe anche interessarti

Pubblicato da Casamarce.
Il documento intitolato «Come gestire un sito web con CMS» dal sito CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.