Facebook stop a fake news sulla salute

Antonello Ciccarello - 4 luglio 2019 - 08:45
Facebook stop a fake news sulla salute
Facebook, ma anche YouTube, hanno finalmente deciso prendere provvedimenti per fermare le fake news sulla salute.

(CCM) — Cure miracolose, fantamedicina, propaganda No Vax e tanti altri casi di fake news sulla salute non saranno più tollerate da Facebook. L'azienda di Menlo Park ha deciso di trattare più severamente chi condivide bufale di questo tipo sul social network. L’annuncio ufficiale arriva direttamente dal Product Manager di Facebook, Travis Yeh, con un post sul sito Facebook Newsroom, intitolato "Addressing Sensational Health Claims" (Combattere gli annunci sensazionalistici sulla salute). Lo scopo di questa nuova iniziativa di Facebook è quello di eliminare la disinformazione sul problema salute, tra cui anche post fuorvianti che propongono rimedi "miracolosi".

Facebook ha già provveduto a modificare l’algoritmo che sceglie le varie notizie da mostrare nel News Feed degli utenti, in modo da diminuire il numero di post che potrebbero presentare fake news sulla salute. Nel suo articolo, Travis Yeh, fa riferimento ai post con dichiarazioni sensazionalistiche riguardanti cure miracolose, ma anche post che promuovono e cercano di vendere prodotti o servizi basati su messaggi relativi alla salute, come ad esempio le pillole dimagranti. L’approccio utilizzato da Facebook è quello già messo in atto per ridurre il numero di post clickbait (ovvero i contenuti di bassa qualità).

Il social network fondato da Mark Zuckerberg non è però il solo che ha deciso di eliminare i post di questo tipo. Già lo scorso dicembre, anche YouTube aveva annunciato di voler rimuovere del tutto i vari annunci fuorvianti, tra cui anche le bufale sulla salute. I due social erano infatti stati al centro di un’inchiesta i cui risultati avevano mostrato un pericoloso aumento di questo tipo di notizie false. L’eliminazione delle fake news sulla salute da Facebook e YouTube è un altro piccolo passo, anche se non sarà l’unico, nella lotta alla disinformazione, che sempre più dilaga sui social network. La speranza è sempre quella di creare un mondo migliore, in cui le più pericolose bufale siano ridotte ai minimi termini. Stay tuned.

Foto: © tanuha2001 - Shutterstock.com

Potrebbe anche interessarti