WhatsApp ricerca immagini per fake news

Antonello Ciccarello - 21 marzo 2019 - 09:59
WhatsApp ricerca immagini per fake news
WhatsApp introdurrà un motore di ricerca interno per le immagini per scovare le probabili fake news condivise.

(CCM) — WhatsApp e le fake news non hanno mai avuto un rapporto idilliaco. Queste sono state da sempre condivise sull’app di messaggistica in modo indisturbato, ma recentemente il gruppo Facebook ha deciso di prendere dei seri provvedimenti per cercare di mettere fine a questa piaga della società. L’ultimo in ordine di arrivo è un motore di ricerca delle immagini condivise su WhatsApp, in modo che gli utenti possano cercare le informazioni a riguardo e valutare se si tratta di una bufala oppure no. A svelarlo è il team di WABetaInfo, il quale ha scovato questa nuova feature nella versione WhatsApp Beta per Android v.2.19.73.

Ogni giorno migliaia di immagini vengono condivise su WhatsApp e a volte si tratta di bufale o catene di sant’Antonio. Se alcune sono decisamente innocue, altre possono essere veramente pericolose (come ad esempio quando si tratta di argomenti inerenti alle elezioni). Proprio per questo motivo WhatsApp consentirà all’utente di inserire l’immagine ricevuta nella barra di ricerca e da lì trovare le informazioni associate (come le parole chiave) sul web.

Non è la prima volta che il gruppo Facebook prende provvedimenti di questo tipo. Già qualche tempo fa, WhatsApp ha deciso di aggiungere un’etichetta associata ai messaggi condivisi, ma anche imporre un numero limitato di condivisioni di uno stesso messaggio. WhatsApp sta quindi inserendo molti strumenti per il fact checking, proprio per contrastare questo fenomeno sempre più presente e più pericoloso. Il nuovo motore di ricerca per immagini su WhatsApp non è ancora stato attivato nella versione ufficiale dell’app, ma è probabile che possa già essere disponibile nelle prossime settimane. Gli utenti lo utilizzeranno o si rivelerà un flop? Stay tuned.

Foto: © Chonlachai Panprommas - Shutterstock.com

Potrebbe anche interessarti