Windows 7 fine supporto nel 2020

Antonello Ciccarello - 15 gennaio 2019 - 10:08
Windows 7 fine supporto nel 2020
Microsoft abbandonerà definitivamente il supporto a Windows 7 nel 2020, per concentrarsi solo su Windows 10.

(CCM) — Tutto ha un inizio e una fine. Questo vale anche per Windows 7. Uno dei sistemi operati, tra i più amati dagli utenti insieme a Windows XP, andrà presto in pensione. A partire da ieri, infatti, è partito il countdown di Microsoft per la fine del supporto a Windows 7. Come ricordato dalla stessa azienda di Redmond con un post sul proprio sito ufficiale, a partire dal 14 gennaio 2020, Windows 7 non riceverà più aggiornamenti di sicurezza o supporto per PC con Windows 7. Proprio per questa ragione, gli utenti sono stati sollecitati a passare al più recente sistema operativo Windows 10.

Windows 7 è stato rilasciato ormai 10 anni fa (esattamente il 22 ottobre 2009) ed è ancora utilizzato da una parte non indifferente di utenti Microsoft, che hanno deciso di non aggiornare ancora il proprio PC a Windows 10, nonostante per un primo periodo il passaggio fosse completamente gratuito. Nel 2020 gli utenti privati non riceveranno più aggiornamenti, mentre soltanto le aziende potranno ancora beneficiare dei servizi Microsoft, anche se a pagamento (soprattutto per gli aggiornamenti relativi alla sicurezza).

L’idea di Microsoft è quella di portare tutti gli utenti ad installare Windows 10 sui propri dispositivi. Di questo sistema operativo, infatti, si attende la nuova versione Windows 10 Redstone 6 (il nome ufficiale non è ancora stato svelato), che farà il suo debutto ufficiale entro la primavera. Cosa penseranno gli utenti fedeli a Windows 7 di questa novità? Nel 2020 saranno pronti alla fine del supporto del loro sistema operativo preferito, con conseguente passaggio obbligatorio a Windows 10 per continuare a ricevere aggiornamenti? Non è chiaro quale sarà la loro reazione, ma il countdown è ormai iniziato.

Foto: © iStock.

Potrebbe anche interessarti