Google traccia posizione senza consenso

Antonello Ciccarello - 14 agosto 2018 - 08:51
Google traccia posizione senza consenso
Secondo un report dell’Associated Press, Google traccerebbe la posizione utente anche se questa è disattivata.

(CCM) — Quello della privacy è sempre stato un argomento molto spinoso, che ha fatto sempre indispettire molti utenti del web. Recentemente anche Google sembra essere finito nell’occhio del ciclone, perché traccerebbe la posizione degli utenti, anche senza il loro consenso. A riportarlo è un’inchiesta dell’Associated Press, confermata in seguito anche dai ricercatori dell’università di Princeton (New Jersey). Secondo questo report, infatti, Google registrerebbe ogni movimento dei propri utenti, compresi quelli che hanno disattivato la posizione oppure spento la cronologia delle posizioni.


L’utilizzo della posizione da parte di Google, grazie all’utilizzo del GPS può essere molto utile per gli utenti ed è un servizio richiesto da molte app (si pensi ad esempio a Google Maps, il meteo di Android, oppure app terze, come Uber). Alcuni utenti però, per rispetto della loro privacy, preferiscono disattivare il GPS e il tracciamento della posizione. Ciò verrebbe aggirato dall’azienda di Mountain View, la quale monitorerebbe gli spostamenti degli utenti, non solo su Android, ma anche su iOS.

Dal canto suo Google, per mano di un portavoce, avrebbe dichiarato che il tracciamento della posizione è fondamentale per garantire un migliore servizio agli utenti e che comunque fornirebbe le informazioni adatte per poter disattivare il servizio. Per fare ciò, quindi evitare che Google conosca in ogni momento la posizione degli utenti, non bisogna disattivare la cronologia delle posizioni, ma un'altra funzione, chiamata Attività Web e App, che si trova alla pagina Gestione Attività dell'account Google. Gli utenti adesso disattiveranno in massa questa opzione o lasceranno tutto invariato? Stay tuned.

Foto: © Benny Marty - Shutterstock.com