Facebook e un algoritmo battuti da Candy Crush

Facebook e un algoritmo battuti da Candy Crush
Alzi la mano chi non è ancora stato risucchiato dal vortice di Candy Crush, il giochino delle caramelle che ha monopolizzato l'uso degli smartphone di bambini, ragazzi e adulti.

AppData, società che si occupa di indagini di mercato nel settore digitale, ha comunicato di dover rivedere tutte le ultime statistiche pubblicate sull'uso del gioco, in quanto l'algoritmo utilizzato per calcolare è risultato inadeguato al numero di utenti e alla potenza di diffusione del gioco. Gli utenti attivi almeno una volta al mese sarebbero quindi 132,4 i milioni e non 40 milioni come quanto dichiarato giorni fa da AppData. A dare un'idea più precisa del fenomeno è lo stesso Riccardo Zacconi, CEO della King.com titolare del gioco, il quale spiega che "Per capire la popolarità del gioco bisognerebbe guardare a Hong Kong solo sugli smartphone ci giocano 1,3 milioni di persone al giorno: è il 20 per cento della popolazione locale".

Candy Crush, gioco all'apparenza semplice e poco impegnativo in cui bisogna mettere in fila caramelle dello stesso colore, è diventato in realtà una delle applicazioni più diffuse in tutto il mondo e ha sbancato qualsiasi altra applicazione e gioco su Facebook, tanto da battere anche un algoritmo studiato appositamente per il social network di Zuckerberg. Quelli appena ripubblicati da AppData sono numeri importanti che aprono la strada ad uno sbarco in borsa. Se siete appassionati di giochi di logica e rimpiangete il vecchio Tetris, Candy Crush è di certo quello che fa per voi: preparatevi a diventarne dipendenti e non meravigliatevi se i 25 minuti di attesa per riconquistare una vita vi sembreranno eterni, è il potere delle caramelle!

Immagine sito King.com