Apple, il nemico ora si chiama Moto X

Apple, il nemico ora si chiama Moto X
Il settore degli smartphone è senza ombra di dubbio uno dei più veloci e battaglieri all'interno del mercato hi-tech, dove Apple, Samsung e ora Google si contendono il primato.

L'ultima sfida ai due colossi padri di iPhone e Galaxy, arriva da Google tramite la sua controllata Motorola: si chiama Moto X ed è stato presentato aL mondo tramite una campagna pubblicitaria da 500 milioni di dollari. Un prodotto su cui Motorola punta molto, con l'obiettivo di erodere quote di mercato ai leader del settore e ritornare ai fasti di un decennio fa. Come ha dichiarato Dennis Woodside, amministratore delegato di Google, alla presentazione di Moto X svoltasi a New York, "questo nuovo telefono ci riporta alle nostre radici di innovatori". Una dichiarazione forte che ha immediatamente suscitato qualche critica da parte degli addetti ai lavori, alcuni dei quali sostengono che Moto X sia sì buono ma non ai livelli di iPhone e Galaxy.

Moto X è stato annunciato come il telefonino che sarà in grado di "guidarsi da solo", questo grazie all'installazione dell'assistente vocale Google Now, punto di forza del nuovo software Google. Un'altra caratteristica di rilievo è sicuramente l'utilizzo di un nuovo sistema di computazione X8, definito "a grappolo", masso a punto da Motorola. La fotocamera poi promette immagini più nitide e reali. Moto X sarà disponibile a fine agosto soltanto negli Stati Uniti, dove per altro verrà interamente assemblato, ad un prezzo decisamente abbordabile: 199 dollari in abbonamento per la versione a 16GB e 249 per la versione a 32Gb.

Immagine schermata campagna Motorola