BlackBerry si allea con Mozilla per combattere i bug informatici

BlackBerry si allea con Mozilla per combattere i bug informatici
Se avete paura che il vostro BlackBerry venga danneggiato da un bug di sistema, potete tirare un sospiro di sollievo. Grazie alle tecniche avanzate della fault injection e ad un nuovo software di test open-source, i tuoi dispositivi informatici saranno sempre più sicuri.

Si chiama Peach ed è il nuovo strumento di test open-source che, mediante l'invio programmato ai sistemi di analisi di falsi pacchetti di dati o pezzi di codice malformato (il cosiddetto fuzzing), permetterà ai ricercatori di capire fino a che punto questi possono risultare dannosi per un dispositivo informatico. Il nuovo software, comunemente definito smartfuzzer, è il risultato della preziosa collaborazione nell'ambito delle sempre più raffinate tecniche di fault injection tra i responsabili di Mozilla Foundation e BlackBerry, più che mai uniti per la comune causa della sicurezza informatica.

Ma non è tutto. A dimostrazione del fatto che la sicurezza degli utenti online attira degli investimenti sempre più cospicui da parte dei più importanti attori del settore informatico, Mozilla, che sta attraversando un periodo altamente produttivo, ha da poco annunciato la tanto attesa disponibilità di Minion, un'altra piattaforma automatica open-source che permette di gestire i test di sicurezza informatica. Se Peach necessiterà della competenza di esperti di sicurezza informatica, Minion, giunta alla versione 0.3, potrà permettere a tutti (esperti e non) di ottimizzare la sicurezza delle proprie applicazioni. Insomma, i bug hanno le ore contate!

Immagine: <a href="https://www.flickr.com/photos/77519207@N02/6818192898/">elhombredenegro</a> via <a href="http://compfight.com">Compfight</a> <a href="https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/">cc</a>