Twitter, petizione online per segnalare gli abusi

GiovannaLabati - 30 luglio 2013 - 13:44
Twitter, petizione online per segnalare gli abusi
Aumentano i casi di minacce e violenze verbali sui social network: gli utenti di Twitter chiedono interventi severi da parte delle istituzioni e dell'azienda.

L'ultimo caso eclatante è avvenuto in Gran Bretagna ai danni della giornalista Caroline Criado-Perez, vittima di una persecuzione su Twitter fatta di minacce di stupro e di omicidio, insulti e intimidazioni. La donna, divenuta famosa per aver lanciato la campagna perché sulle banconote da 10 sterline Jane Austen sostituisse Charles Darwin, ha raccolto i tweet incriminati e li ha mostrati alle autorità sporgendo regolare denuncia. Denuncia che ha portato all'arresto di un 21enne di Manchester titolare dell'account da cui sono partiti gli insulti e responsabile di aver aizzato altri utenti in questa campagna intimidatoria.

L'intervento della polizia ha si messo fine alle violenze ma non ha placato gli animi di coloro che ritengono che anche Twitter debba in qualche modo intervenire. A questo proposito Yvette Coper, ministro dell'Interno del governo ombra britannico, ha lanciato una petizione in cui si chiede a Twitter di poter segnalare gli abusi e di intervenire con azioni più incisive sulla sicurezza degli utenti. L'esponente laburista ha sottolineato come sia "necessario che chi subisce molestie e minacce, possa avere subito risposte chiare per contrastare questo genere di persecuzione". La stessa Criado Perez partecipa attivamente a questa campagna, ancora sgomenta per quanto le è accaduto: "Non ho mai visto un'aggressione così intensa - ha sottolineato la donna - E' davvero intollerabile che il prezzo da pagare per la difesa delle donne siano 24 ore di minacce di stupro".

Immagine profilo Twitter Caroline Criado Perez