Tim Cook pronto a cedere il posto?

Tim Cook pronto a cedere il posto?
Apple perde azionisti e Tim Cook si avvia a cedere la poltrona di CEO al suo, ancora sconosciuto, successore.

Per ora sono soltanto ipotesi, ma i pettegolezzi in merito alla notizia si fanno sempre più intensi. Nonostante Apple continui a vendere bene e ad essere in attivo, i dati del primo trimestre del 2013 mostrano come, per la prima volta in 10 anni, gli utili siano in calo: 11,6 miliardi di dollari nei primi tre mesi del 2012, 9,5 miliardi ora. Un calo notevole, ma comunque inferiore rispetto a quanto previsto dagli analisti. Quello che sta allontanando gli azionisti da Cupertino, è il calo del valore di ogni singola azione: nel settembre 2012 il valore era di 702 dollari, mentre lo scorso 19 aprile si aggirava intorno ai 390 dollari. Gli esperti hanno calcolato una perdita di capitale di circa 290 miliardi di dollari.

Nonostante gli analisti finanziari non abbiano perso la fiducia in Apple, tra gli addetti ai lavori circola la sensazione che la Mela abbia perso un pochino di fascino e di slancio. Facile imputare le colpe a Cook che, diciamolo, di Steve Jobs non ha il genio e nemmeno il carisma, ma da qui a volerlo sostituire o a dire che l'azienda è in declino, ce ne passa. Due dati sono infatti da tenere ben presenti: prima di tutto Apple detiene un capitale di circa 140 miliardi di dollari che, se immesso sul mercato per investimenti, la riporterebbe immediatamente sul trono dell'azienda mito da emulare e inseguire. Secondo, è vero che gli utili sono in lieve calo, ma è anche vero che i ricavi sono in crescita, l'11% in più rispetto all'anno scorso. Insomma, Android e Samsung hanno ancora una bella lotta davanti per detenere lo scettro del potere.

Immagine wired.com


Potrebbe anche interessarti