HTC e lo sgambetto di Nokia

HTC e lo sgambetto di Nokia
Trova forse una spiegazione l'ennesimo ritardo di HTC One: la causa potrebbe essere Nokia.

L'azienda finlandese ha infatti vinto la diatriba legata all'utilizzo del microfono HDR, dotato di una particolare doppia membrana capace di migliorare notevolmente la qualità del suono e di eliminare fastidiosi rumori di fondo, non solo durante la comunicazione ma anche durante le registrazioni audio e video. Nokia non ha concesso ad HTC le licenze per l'utilizzo di tale microfono e di altre tecnologie Nokia. Un stop che può spiegare il ritardo con cui il top di gamma HTC si sta presentando sul mercato, generando malcontento tra gli acquirenti che lo attendono ormai da più di due mesi. L'azienda rassicura gli utenti dicendo di essere già al lavoro per trovare soluzioni alternative.

Il tempo comunque stringe e la lotta con il Samsung Galaxy S4, ormai prossimo all'uscita, si fa sempre più serrata. Una battaglia che HTC può giocare ad armi pari senza nessun timore, data l'alta qualità della tecnologia utilizzata in One, ma che potrebbe perdere per una questione di tempo. Perché Nokia vieta l'utilizzo del microfono HDR? Gli esperti hanno trovato all'interno di tale tecnologia un componente che STMicroelectronics ha sviluppato in esclusiva per Nokia, esclusiva che dura fino al 2014. Le autorità olandesi hanno così disposto per STMicroelectronics il divieto assoluto di vendere il componente ad HTC e ad altre aziende concorrenti, lasciando così HTC in seria difficoltà. Quanto dovremo attendere ancora prima di poter mettere le mani su HTC One?

Immagine sito HTC