Jack Dorsey punta al governo di New York

GiovannaLabati - 19 marzo 2013 - 11:03
Jack Dorsey punta al governo di New York
L'ambizione di certo non manca a Jack Dorsey, co-fondatore di Twitter: il prossimo obiettivo, ha annunciato, è diventare sindaco di New York.

La poltrona di Bloomberg è dunque minacciata, non da un politico ma da un giovane imprenditore milionario alla 392° posizione della classifica di Forbes. Dorsey ha dato l'annuncio durante la trasmissione 60 minutes della CBS: "Ho intenzione di trasferirmi nella Grande Mela per candidarmi a sindaco. New York è la città più influente d'America, l'unica che grazie alla tecnologia può lanciare cambiamenti sociali immediati". Una dichiarazione che non stupisce più di tanto, in quanto Dorsey è già molto attivo in politica. Fervente sostenitore di Obama, ha finanziato parecchie volte la campagna elettorale dell'attuale presidente.

La sfida, oltre che con l'attuale sindaco Michael Bloomberg, personaggio a cui lo stesso Dorsey ha dichiarato più volte di ispirarsi nonostante le differenti idee politiche, sarà con Christine Quinn, portavoce del Consiglio Comunale e prima gay candidata a sindaco di New York, attualmente in testa a tutti i sondaggi, e John Liu, revisore dei conti che si presenta con la nobile promessa di prestare particolare attenzione agli interessi di tutti i cittadini e non solo di pochi. Dorsey ha avversari duri da battere e non è detto che la sua candidatura venga accolta con piacere dai cittadini. Il suo sogno potrebbe non realizzarsi, ma data la giovane età (solo 37 anni), Dorsey potrebbe avere altre occasioni.

Immagine: cibervoluntarios