Facebook, il nuovo look non basta

Facebook, il nuovo look non basta
Il nuovo Diario di Facebook non basta per riconquistare gli utenti.

Doveva essere un successo, doveva semplificare l'utilizzo del social network, invece il nuovo Diario di Facebook sembra essere un flop. La nuova timeline è in fase di sperimentazione da un paio di mesi tra gli utenti neozelandesi, da sempre scelti per testare le novità introdotte su Facebook, e sarà ufficializzata soltanto il prossimo 7 marzo. La nuova impostazione grafica, come già descritto, riguarda principalmente la dimensione delle due colonne centrali e la disposizione dei contenuti al loro interno. L'immagine di copertina resta sempre grande e anche le varie sezioni del profilo rimangono invariate. La nuova timeline fa un passo indietro e ritorna più simile al vecchio profilo, quello in uso prima dell'introduzione dell'attuale Diario, da subito poco apprezzato dagli utenti perché poco ordinato e confuso.

Mentre è in corso questo restyling, sembra che Facebook stia perdendo popolarità tra i giovani americani. Si parla di circa un miliardo di iscritti che avrebbero abbandonato il social network preferendogli applicazioni come Instagram, più immediate e veloci. Queste nuove applicazioni consentono di comunicare con più riservatezza, garantendo agli utenti una maggiore privacy. Risultano inoltre essere meno invadenti, in quando non hanno un servizio di livechat. I giovani sembrano essere annoiati da Facebook, mentre i più adulti lo utilizzano di meno perché troppo invadente. Quante volte, dopo aver effettuato l'accesso, ce ne pentiamo perché in chat siamo immediatamente contattati da qualcuno con cui non vogliamo parlare?

Immagine Scott Beale