0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Come creare un blog


Un blog è un sito web personale che permette a un utente di mettere facilmente e semplicemente delle informazioni online in forma di articoli. Il termine "blog" è la contrazione del termine weblog.

Il blog è, in poche parole, una pagina web, che si basa di solito su un'utility dinamico di pubblicazione che permette di gestire l'impaginazione del contenuto, nel quale l'autore pubblica delle attualità, dei link verso altri blog e siti web, delle foto o dei testi brevi di sua creazione. In un blog questi articoli, chiamati post, sono pubblicati in ordine anti-cronologico, vale a dire che i post più recenti sono pubblicati in cima alla pagina, poi seguono quelli meno recenti. La differenza con un sito internet è che i lettori hanno la possibilità di interagire con gli articoli pubblicati, e questo offre grande dinamicità e ricchezza.



Aprire un blog "pronto per l'uso"

Aprire un blog non richiede particolari competenze informatiche. Il principio dei blog, infatti, è l'utilizzo di utility online che permettono di inserire e impaginare gli articoli. Così, per creare un blog, basta, prima di tutto, trovare un blog host e creare un account, poi pubblicare i contenuti grazie agli strumenti a disposizione.

Scegliere un hosting per il proprio blog

Il primo passo per poter aprire il vostro blog è quello di scegliere una piattaforma tecnica. Un blog è condizionato dalla propria piattaforma, le cui presentazioni variano a seconda dei prestatari. Dunque la scelta deve esser ponderata poiché risulterà difficile migrare da una piattaforma a un'altra. Meglio basarsi su un hosting che abbia una buona grafica delle pagine che propone. È inoltre necessario informarsi sulle condizioni del servizio, se gratis o a pagamento, per poi scegliere in base alle caratteristiche tecniche offerte.

Creare un blog gratuito o a pagamento

A differenza della soluzione gratuita, una piattaforma a pagamento propone opzioni supplementari come la pubblicazione programmata, l'aggiunta di link sponsorizzati o il trackback, (utile quando il blog è molto visitato). Certamente converrà anche tenere conto anche della popolarità della piattaforma. La lista qui sotto (non esaustiva) indica i principali blog host. La scelta dell'hosting dipende dal suo costo (alcuni sono gratuiti), dalle sue caratteristiche e del look'n'feel dell'interfaccia:

Blog4ever;
Blogger (gratuito, ma necessita un account Google);
BlogSpirit (gratuito o a pagamento);
CanalBlog (gratuito);
Cigogne (gratuito);
Eklablog (gratuito);
Faistonblog (gratuito e opzioni a pagamento);
Haut et Fort (gratuito o a pagamento);
Joueb (gratuito o a pagamento);
Over-Blog (gratuito et senza pubblicità);
Skyrock blog (gratuito);
Space-blogs (gratuito);
Typepad (a pagamento);
ViaBloga (a pagamento);
WordPress (gratuito o a pagamento);
20Six (gratuito o a pagamento).

Iscriversi a un blog host

La seconda tappa consiste, solitamente, nel creare un account sul blog host compilando il modulo d'iscrizione. Gli hosting gratuiti o a pagamento da poter utilizzare per creare un blog sono numerosi. Per saperne di più, leggere l'articolo: Scegliere un hosting gratuito o a pagamento.

Piattaforme di blog

Esistono diversi motori di blog in rete. Il più conosciuto è di sicuro WordPress, ma non è il solo:

BlogCMS;
Dotclear;
Serendipity;
SimplePHPblog.

La community di WordPress è molto attiva e si possono troncare risposte a molte domande. In più, si hanno a disposizione diversi plugin aggiuntivi per aggiungere funzionalità al blog. Fare delle ricerche più approfondite, certamente aiuterà a cercare la perla rara che si sta cercando.

Quale piattaforma blog scegliere

In tutta questa lista, come fare a sapere quale blog rifletterà bene le proprie attese? La cosa più semplice è provare. Non bisogna scaricare e installare tutto, poiché sarebbe una perdita di tempo. Al contrario, si possono fare delle "prove" online, sul sito Open Source CMS. Grazie a questo sito sarà possibile testare i vari servizi come visitatore o come amministratore. Si avrà così una buona visione del funzionamento delle diverse piattaforme blog.

Creare un blog: registrare un account

Una volta creato il blog, verrà chiesto di registrarsi (creare un account) al servizio scelto, ad esempio WordPress. Questo consentirà quindi di accedere al proprio account per effettuare aggiornamenti regolari o modifiche al tema del blog. Alcuni servizi di hosting di blog richiedono un pagamento e altri sono gratuiti. È possibile scegliere quello che meglio soddisfi le proprie esigenze confrontando le varie offerte.

Presentazione del blog

Aprire un blog, la struttura del sito sarà impostata di default, ma gli sarà possibile aggiungere il vostro il proprio tocco personale tramite i contenuti. A parte gli articoli stessi, bisogna occuparsi del BlogRoll, indicando dei blog simili per tematiche, tono, ecc.

Informazioni sull'autore del blog

La prima rubrica da completare e quella che offre informazioni riguardo l'autore. Questa rappresenterà la propria carta d'identità da blogger. È possibile scegliere se restare anonimi o meno e se inserire una foto. L'autenticità, unita ad un pizzico di originalità, con la quale si ci presenterà è importante per la percezione esterna del proprio blog.


Per i contatti mail associati alla rubrica "contattare l'autore", è meglio impiegare una mail dedicata al blog, che bisogna creare per l'occasione (su Yahoo, Gmail, Outlook, ecc). Spesso, l'host del blog propone di creare un indirizzo mail con lo stesso dominio (quando a pagamento). È possibile scrivere la propria email in questo modo: nickname@dominio, per evitare che i robot incaricati di recuperare gli indirizzi mail sul web, non la trovino.

Pubblicare contenuti sul blog

La pubblicazione di un blog si fa semplicemente aiutandosi con dei moduli. Un semplice click per scrivere un post, un commento, un'immagine, o anche un video. Tuttavia, per fare in modo che il blog venga letto da molte persone sarà necessario attivare l'opzione Broadcast syndication o Feed RSS per gestire automaticamente un feed RSS, vale a dire un file utilizzabile da altri blogger per pubblicare altri post sul loro blog. Per saperne di più leggere qui: Cosa sono i feed RSS.

I commenti sul blog

I commenti sono delle rubriche che rendono vivo il blog e lo identificano. Accanto il contenuto, ogni post può ricevere dei commenti da parte dei lettori. Dall'interfaccia tecnica del blog, sarà possibile decidere di attivare o meno la funzione per i commenti: date prova di onestà e di apertura di spirito accettando i feedback, ma anche i complementi (che possono anche arricchire l'articolo) ai propri post da parte dei propri lettori.


È possibile anche scegliere di moderare questi commenti, affinché questi non vengano visualizzati sul blog, se non prima di essere approvati. Si possono applicare dei filtri prima della pubblicazione o moderarli in seguito. Bisogna comunque far sempre attenzione ai commenti, per evitare i troll o i post "fuori argomento". Moderando i commenti si possono evitare dei problemi, compresi quelli giuridici. Infatti, per legge, il blogger è responsabile giuridicamente dei commenti pubblicati sul suo blog, anche se non ne è l'autore. Può quindi essere condannato se sono di carattere diffamante, offensivo, razzista, ecc.

Personalizzare un blog

Se si desidera personalizzare il proprio blog per non renderlo identico a tutti gli altri, sarà necessario un lavoro più profondo comprendente i linguaggi XHTML, CSS, PHP, l'installazione dei moduli.

Indicizzazione di un blog WordPress

Se si è aperto un blog con WordPress e si desidera indicizzarlo correttamente per i motori di ricerca (come Google ad esempio) ecco una guida utile: Ottimizzazione SEO su WordPress.

Foto: © Pixabay.
0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Fai una domanda
Jean-François Pillou

I nostri contenuti sono creati in collaborazione con esperti di high-tech, sotto la direzione di Jean-François Pillou, fondatore di CCM.net e digital director del Gruppo Figaro. CCM è un sito di high-tech leader a livello internazionale ed è disponibile in 11 lingue.

Scopri di più sul team CCM

Potrebbe anche interessarti

L'articolo originale è stato scritto da . Tradotto da Casamarce. Ultimo aggiornamento da Antonello Ciccarello.

Il documento intitolato «Come creare un blog» dal sito CCM (https://it.ccm.net/) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.

0 Commento