Instagram: come organizzare campagne pubblicitarie

Come Facebook, LinkedIn o Twitter, anche Instagram risponde ad alcuni bisogni dell’impresa in termini di comunicazione e visibilità. Ma con 800 milioni di utenti attivi al mese e in tutto il mondo, e numerosi brand che postano regolarmente i loro contenuti, migliorare la propria audience può essere una vera sfida. Lanciare una campagna pubblicitaria può rappresentare un punto di forza possibile. Ma quali sono gli interessi e quali gli obiettivi da centrare?



Come comprendere il funzionamento di Instagram

Instagram è un’app di condivisione immagini, video e Storie. Nel settembre 2017, essa ha rivendicato 800 milioni di utenti attivi che la usano in tutto il mondo, contro i 330 milioni di utenti di Twitter, 178 milioni di Snapchat. In Italia i dati segnalano 16 milioni di utenti attivi sull’applicazione (fonte). Secondo il Global Web Index il 76% di utenti hanno tra i16 e i 34 anni, mentre sul suo spazio dedicato ai professionisti, Instagram stima che l’80% degli account segue almeno un brand su Instagram.


Dopo la sua acquisizione da parte del gruppo Facebook nel 2012, Instagram ha evoluto le sue funzionalità. Tra esse, la possibilità di condividere i video o le storie, postare slide foto, scambiare messaggi privati, aggiungere filtri geo localizzati o in funzione di alcuni eventi. Il social è stato anche adattato ai bisogni dei professionisti. I brand, le imprese e gli influencer possono disporre di un account business ad esso dedicato, che consente di visualizzare statistiche dettagliate che consentono loro di conoscere meglio la loro audience e di migliorare la propria visibilità. E dal 2015, Instagram si è anche aperto a campagne pubblicitarie offrendo diversi formati di advertising che si adattano alle esigenze dettate dagli internauti (video, Storie, semplici pubblicazioni o slide composte da più foto).

Creare visibilità su Instagram per le aziende

Questione di contenuti

La visibilità di una pubblicazione Instagram (che si tratti in prevalenza di foto, video o Storie) è correlata a più elementi: notorietà di un account numero di follower), i punti forza e i marcatori utilizzati: hashtag, localizzazione, mission identitaria del brand, e infine, l’algoritmo utilizzato da Instagram per ottimizzare o meno i contenuti in seno ai follower. La sponsorizzazione dei contenuti consente di toccare un pubblico più importante, sia che essa si concentri su una migliore copertura diretta verso i propri follower che verso un pubblico target non ancora abbonato all’account del brand.

Estendere l’audience su Instagram

Instagram non propone ancora una sponsorizzazione direttamente mirata all’all’acquisizione di nuovi follower, come succede con Facebook. Tuttavia, l’evidenziare contenti anche in seno ad un pubblico non abbonato, i no-followers, consente di espandere la propria comunità ad un pubblico più ampio.

Dare valore ad un prodotto o presentare una novità

Le pubblicazioni di un brand o di un’azienda possono contribuire alla presentazione di un prodotto, di un servizio specifico o di una novità. Sponsorizzare questo tipo di comunicazione consente di raggiungere altri potenziali clienti, o prospect al di là del ciclo abituale del brand. Ad esempio, lanciando un nuovo servizio in una zona geografica dove il brand risulta essere ancora sconosciuto. Instagram favorisce alcuni canali di conversione proponendo l’aggiunta del tasto call to action su queste pubblicazioni in grado di convertire il clic verso un sito web, interagendo con un’app mobile, inviando un messaggio.

Gestire campagne pubblicitarie su Instagram

Prerequisiti

L’account Instagram deve essere un account business e avere a disposizione una pagina Facebook che permetta di diffondere una campagna pubblicitaria. La stessa campagna pubblicitaria può essere creata direttamente da un account Instagram o attraverso il Power Editor di Facebook.

Nota Bene: quando una pubblicazione Facebook è sponsorizzata, è ugualmente possibile richiedere la diffusione del supporto Instagram ad esso correlato. In questo modo sarà proposto lo stesso contenuto verrà proposto ad un target di pubblico con il nome dell’account Instagram, ma non apparirà sulla home di Instagram.

Tipologia di pubblicazione

Instagram propone diversi formati di pubblicazione sponsorizzata: un’immagine tipo foto, con formato in quadrato o paesaggistico che appare nella timeline del pubblico target; un’immagine video, della durata massima di 60 secondi, anch’esso in formato quadrato o paesaggistico; un carrousel d’immagini (foto e video) che l’utente può far scorrere da sé; delle immagini (foto e video) in formato Storie.

Questi differenti formati pubblicitari si accompagnato a tasti call to action che consentono, come si è già accennato in precedenza, di reindirizzare l’utenza verso un sito web, verso un link di download di un’app, per la promozione di un prodotto.

Le pubblicazioni postate nel contesto di una campagna pubblicitaria riportano la dicitura “sponsorizzata” per fare in modo che i vari post possono essere distinti dagli internauti e questa dicitura non può essere eliminata.

Da notare che Instagram non propone, almeno al momento, campagne pubblicitarie mirate ad acquisire nuovi followers (come la campagna call to action di abbonati alla pagina prevista su Facebook).

Ads su instagram: strategia di creazione

Stabilire una strategia in funzione dei propri obiettivi: quali è il pubblico a cui miro, quale messaggio deve passare e a chi? Quale formato risponde meglio agli obiettivi prefissati? Rispettare i codici di Instagram nel prendere parola, nell’utilizzo degli hashtag, ma anche nella concezione visiva: creatività, originalità, qualità visiva e grafica. Conservare una buona interattività con gli internauti: rispondere ai commenti e alle domande che vengono poste, dare la priorità allo storytelling, soprattutto in pubblicazioni che si prestano bene a questa tipologia, quali le storie, ad esempio, il carrousel immagini o video sono tra i punti fondamentali che costituiscono una strategia pubblicitaria di successo, anche su Instagram.

Foto: @ Stanislaw Mikuski - Shutterstock.com
L'articolo originale è stato scritto da Perrine Tiberghien. Tradotto da e-claudia. Ultimo aggiornamento 6 marzo 2018 alle 08:52 da AntonelloCCM.
Il documento intitolato «Instagram: come organizzare campagne pubblicitarie» dal sito CCM (https://it.ccm.net/) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.
Come aggiungere un sondaggio Instagram
Come scaricare Instagram su PC