Google Drive strumento per pirateria?

AntonelloCCM - 6 settembre 2017 - 11:14

Google Drive strumento per pirateria?

Google Drive, ma anche YouTube e Google Maps, sarebbero sempre più usati per diffondere la pirateria online.

(CCM) — Google Drive può divenire lo strumento preferito per scambiare file torrent, alimentando così la pirateria online, che le grandi case cinematografiche, videoludiche e musicali stanno cercando di combattere da anni? Secondo Gadgets360, la risposta è un sonoro "". Come svela un report del sito web, le circa 5000 richieste di rimozione link sul database Lumen, riguardano non solo siti di torrent ancora in circolazione, ma anche link presenti su Google Drive e, nei casi più "creativi" anche su YouTube, Vimeo, Daylimotion e addirittura Google Maps.



La scelta di utilizzare Google Drive per diffondere la pirateria online arriva dopo la chiusura di alcuni tra i più importanti siti di torrent come "Kickass Torrent". Grazie al servizio cloud di Google è quindi possibile caricare i contenuti illegali nello spazio di archiviazione online. La scelta di Google Drive, rispetto a Dropbox o OneDrive di Microsoft, è dovuta al fatto che questo, rispetto agli altri due, è dotato di uno spazio massimo di 15 GB.

Sugli account Google Drive segnalati sono presenti non solo i file illegali, ma anche dei link che riportano a video YouTube (non categorizzati e quindi non rintracciabili dall’algoritmo di Google), i quali vengono diffusi anche tramite i social network (soprattutto gruppi Facebook). Oltre a Google Drive e YouTube, però, il modo più fantasioso di diffondere la pirateria online è tramite Google Maps. Quando si creano le proprie mappe, sul servizio MyMaps, è possibile scrivere una descrizione. I pirati informatici a questo punto inseriscono i link verso i contenuti illegali caricati su YouTube proprio nella sezione dedicata alla descrizione. La creatività salverà la pirateria? Può darsi, ma l'azienda di Mountain View sta già prendendo dei provvedimenti per cercare di eliminare questo fenomeno. Cosa si inventeranno ancora?

Foto: © baloon - Shutterstock.com