Windows 10 integrerà presto Eye Control

AntonelloCCM - 2 agosto 2017 - 10:54

Windows 10 integrerà presto Eye Control

Windows 10 sarà dotato di Eye Control, per permettere a chi ha disabilità motorie di usare il PC con gli occhi.

(CCM) — Windows 10 potrebbe presto divenire un valido aiuto (a livello di comunicazione) per tutte le persone con disabilità motorie e cognitive (neuro-muscolari), come ad esempio la SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica). Il team di ricercatori Microsoft, sta infatti testando una nuova funzione per Windows 10, chiamata Eye Control, che consentirebbe agli utenti di poter controllare il terminale con gli occhi, eliminando così la tastiera e il mouse.

Come riportato sul blog Microsoft Developer Network, il progetto è nato nel 2014 a seguito di un’email inviata da Steve Gleason, ex giocatore di football affetto da SLA, il quale ha chiesto proprio ai ricercatori Microsoft di realizzare un tracking oculare per il PC, in modo che la tecnologia potesse essere d’aiuto, lì dove la medicina non ha ancora trovato una cura. Dopo anni di lavoro sembra che Windows 10 Eye Control possa trasformarsi in realtà in un futuro molto prossimo, divenendo una funzione nativa del nuovo sistema operativo Microsoft, proprio come voluto da Satya Nadella, CEO dell’azienda di Redmond.

Per realizzare Windows 10 Eye Control, il team di ricerca Microsoft ha lavorato fianco a fianco con Tobii, azienda specializzata nel settore. Nonostante il tracking oculare sarà integrato su Windows 10, per poter funzionare avrà bisogno di alcuni hardware di Tobii, come ad esempio Eye Tracker 4C. Windows 10 Eye Control è al momento disponibile per gli iscritti al programma Windows Insider. Molto probabilmente non farà parte del prossimo Big Update, Windows 10 Fall Creators Update, ma bisognerà attendere Windows 10 Redstone 4 (della prossima primavera) o aggiornamenti futuri. Stay tuned.

Foto: © Asif Islam - Shutterstock.com