WhatsApp virus mette a rischio privacy

AntonelloCCM - 31 luglio 2017 - 11:26

WhatsApp virus mette a rischio privacy

WhatsApp sotto attacco del virus Lipizzan, che legge le conversazioni mettendo a rischio la privacy degli utenti.

(CCM) — WhatsApp si conferma ancora una volta tra le app preferite per diffondere virus. Dopo l’attacco SpyDealer su WhatsApp e altre app di messaggistica istantanea, l’ultimo arrivato in ordine di tempo è stato Lipizzan, un particolare malware (trojan) che una volta installato sul device Android è in grado di leggere le conversazioni WhatsApp, ma anche di altre applicazioni come Gmail oppure Skype, rubando così i dati degli utenti.



Lipizzan è un virus che consente, una volta entrato nel sistema, di controllare il device a distanza, attivare la fotocamera, il microfono, catturare lo schermo, leggere conversazioni WhatsApp e tanto altro, tutto all’insaputa dell’utente. A scoprire il malware è stata la stessa Google, grazie al suo team di ricerca sulla sicurezza, il quale è riuscito ad estirpare la minaccia il pochissimo tempo. Il codice di Lipizzan è stato trovato in 20 app di Android a tema Backup, tool di pulizia del dispositivo (Cleaner), registratori vocali ecc., presenti sul Google Play Store, sviluppate soprattutto da NSO Group. Fortunatamente i device colpiti da Lipizzan, prima dell’intervento dell’azienda di Mountain View, sono stati cento, almeno quelli attestati da Google.

Anche se Lipizzan sembra essere stato eliminato su Android e WhatsApp per il momento non dovrebbe correre alcun rischio, bisogna sempre far attenzione a tutte le app che si vogliono installare (soprattutto se non provengono dal Google Play Store), perché ogni giorno vengono rilasciati nuovi virus, che attaccano soprattutto a WhatsApp e alle app di messaggistica. Il consiglio è sempre quello di scaricare un buon antivirus e non installare nulla se non è necessario. Stay tuned.

Foto: © endermasali - Shutterstock.com