Windows 10 Mobile addio o rilancio?

AntonelloCCM - 31 maggio 2017 - 09:42

Windows 10 Mobile addio o rilancio?

Windows 10 Mobile, come Windows Phone, è considerato un flop, ma Microsoft starebbe pensando ad un nuovo rilancio.

(CCM) — Windows 10 Mobile, nonostante le premesse incoraggianti, non è stato il sistema operativo mobile più apprezzato dagli utenti, che hanno continuato a preferire Android e iOS. A differenza di Windows 10, che continua a ricevere aggiornamenti a cadenza quasi regolare, le ultime build Insiders Windows 10 Mobile, rilasciate dalla casa di Redmond, non hanno riportato alcuna novità, ma soltanto bugfix. Anche se, a detta di alcuni, questa sia una prova di un precoce addio di Windows 10 Mobile, alcune indiscrezioni rilasciate dal fonti interne al sito Thurrott.com smentiscono queste ipotesi, in favore di un rilancio del settore mobile Microsoft, grazie ad un nuovo dispositivo (ancora in fase iniziale di test), con software differente rispetto a Windows 10 Mobile.

Secondo il report di Thurrott.com, il nuovo device Microsoft potrebbe anche avere un’interfaccia differente rispetto a quella a cui siamo abituati, le app universali (Universal Windows Platform) saranno le uniche disponibili al download, con la conseguente perdita della retrocompatibilità delle vecchie app per Windows Phone. Il dispositivo di cui si parla (probabilmente il tanto atteso Surface Phone) sarà però presentato il prossimo anno e quindi i dettagli in merito sono ancora pochi.

A differenza di Thurrott.com, il sito NeoWin rivela invece, sempre secondo fonti interne a Microsoft, che Windows 10 Mobile sia pronto all’addio (l’ultimo ramo di sviluppo sarebbe Feature 2) e che il sistema operativo mobile verrà sostituito da Windows 10 su processori ARM con CSHELL (Composable Shell), ovvero la stessa interfaccia presente sui PC desktop, ma utilizzato su tablet e notebook compatti, supportando anche funzionalità come il 4G LTE. L’azienda di Redmond naturalmente, non ha confermato né smentito nulla, quindi per saperne di più bisognerà attendere gli sviluppi dei prossimi mesi.

Foto: © Pabkov - Shutterstock.com