WhatsApp ha backdoor che spia messaggi?

AntonelloCCM - 16 gennaio 2017 - 11:58

WhatsApp ha backdoor che spia messaggi?

Su WhatsApp è stata scoperta backdoor che consente a Facebook di leggere i messaggi, ma arriva subito la smentita.

(CCM) — WhatsApp potrebbe essere meno sicura di quanto pensiamo. Secondo quanto scoperto da Tobias Boelter, ricercatore dell’Università della California, e poi pubblicato anche sull’edizione online dal The Guardian, la crittografia di WhatsApp non sarebbe sempre attiva, ma esisterebbe una backdoor che permette di intercettare i messaggi.

Utilizzando la crittografia end-to-end è quasi impossibile riuscire a spiare i due persone che sono contemporaneamente online e che hanno ricevuto e letto i messaggi, questo grazie al sistema dell’app Signal, utilizzato da WhatsApp che ne assicura la protezione. La falla nella sicurezza, la backdoor che consente a Facebook, ai governi, autorità o a degli hacker di intercettare i messaggi, si verifica quando i messaggi sono stati inviati, ma non ancora ricevuti dal destinatario (telefono spento o offline). In quel caso il sistema non funzionerebbe e sarebbe possibile poter spiare non un solo messaggio, ma anche un’intera conversazione senza che l’utente si accorga di nulla.

Il gruppo Facebook, che presto potrebbe anche introdurre una password per le chat WhatsApp, ha da subito cercato di mettere le cose in chiaro dichiarando, tramite un portavoce di WhatsApp, che non esiste alcuna backdoor segreta e che le conversazioni sono tutte sicure grazie alla crittografia end-to-end e che, riguardo le richieste fatte dal governo, è sempre stato trasparente, pubblicando i vari dati sul Facebook Government Requests Report.

La bolla è comunque ormai scoppiata. Basterà la comunicazione di Menlo Park a far raffreddare gli animi o la polemica sulla backdoor WhatsApp è destinata a generare un dibattito più ampio sulla sicurezza e sulla privacy online?

Foto: © Chonlachai - Shutterstock.com

Ultimo aggiornamento 16 gennaio 2017 alle 11:58 da AntonelloCCM.