Facebook arriva pulsante anti-bufale

AntonelloCCM - 16 dicembre 2016 - 10:26

Facebook arriva pulsante anti-bufale

Facebook dichiara finalmente guerra alle fake news e presto gli utenti potranno segnalare le potenziali bufale.

(CCM) — Le notizie false rovinano il mondo e questo Mark Zuckerberg l’ha capito "a sue spese", dopo che Facebook è stato accusato di essere stato uno dei principali canali di fake news (che hanno "convinto" gli americani a votare per il neo presidente Donald Trump o gli inglesi per la Brexit).



Combattere la disinformazione con l’aiuto degli utenti di Facebook, questa è il piano messo in atto da Adam Mosseri, vicepresidente di Facebook, per evitare che le bufale possano continuare a moltiplicarsi con effetti disastrosi. Una volta che l’utente avrà segnalata la presunta falsa notizia da parte dell’utente, questa verrà messa al vaglio di organizzazioni che si occuperanno di capire se si tratta di una bufala oppure no (FactCheck, Politifact, Snopes, Abc News, ecc.). Se, dopo l’accurato esame, la notizia dovesse essere considerata come fake news, allora finirebbe nella parte più bassa della bacheca (News Feed) di Facebook e verrà segnalato agli utenti che quel link non è altro che una bufala.

Questo servizio sarà attivo, per il momento, soltanto negli Stati Uniti, ma si tratta di un problema a livello globale. Anche in Italia, siti come Il Fatto QuotidAINO (fake di Il Fatto Quotidiano) e Libero Giornale, pubblicano continuamente articoli bufale su Facebook solo per ottenere clic al link, come ad esempio la recente fake news secondo cui il neo Premier, Paolo Gentiloni, avrebbe chiesto agli italiani di "smettere di lamentarsi e fare sacrifici".

Le bufale su Facebook, come su Google, Twitter e altri social network, hanno un effetto devastante e possono rovinare la società. La lotta alle notizie false significa meno disinformazione. Speriamo che la funzione di Facebook anti-fake news arrivi presto anche nel nostro paese.

Foto: © Frederic Legrand - COMEO - Shutterstock.com