Microsoft Home Hub sfida Google Home

AntonelloCCM - 5 dicembre 2016 - 12:40

Microsoft Home Hub sfida Google Home

Microsoft Home Hub è la nuova funzione di Windows 10 per la domotica concorrente di Google Home e Amazon Echo.

(CCM) — Microsoft Home Hub non è ancora realtà, ma sembra che qualcosa si stia muovendo verso una sua concretizzazione. Negli ultimi tempi le aziende leader nel settore tecnologia (Google con il suo Google Home, Amazon con Echo o Apple con il suo HomeKit) si sono occupate molto di domotica, soprattutto nella creazione di dispositivi hardware sempre connessi per gestire al meglio gli altri device di casa, gli appuntamenti ecc., ma adesso la società di Redmond ha deciso di sviluppare un software che verrà integrato sulle prossime versioni di Windows 10, con le stesse funzionalità dei suoi concorrenti.



Microsoft Home Hub trasformerà così un, tablet o PC (in particolare 2-in-1 o all-in-one) in un dispositivo che potrà consentire a tutti i membri della famiglia, tramite un account condiviso, di avere accesso a tutte le risorse (Calendario, appunti, lista della spesa ecc.) tramite una lavagna virtuale. Microsoft Home Hub su Windows 10 potenzierà anche il sistema Cortana, per consentire la ricezione dei comandi vocali anche da lunga distanza, per potersi autenticare al proprio account tramite Windows Hello anche con il PC in modalità stand by e per poter interagire, tramite l’app Connected Home agli altri device smart presenti in casa.

Le prime avvisaglie dell’arrivo Microsoft Home Hub sono presenti nel codice sorgente di Windows 10 Anniversary Update, ovvero Redstone 1, poi sono state scoperte nuove tracce anche nel prossimo aggiornamento Creators Update (Redstone 2), ma con molta probabilità il rilascio ufficiale di Microsoft Home Hub arriverà con Redstone 3, in programma per la fine del 2017 o addirittura Redstone 4, che verrà rilasciato soltanto nel 2018.

Foto: © drserg - Shutterstock.com