Spotify bug rischio per 40 mln di utenti

AntonelloCCM il lunedì 14 novembre 2016 alle 12:54:08

Spotify bug rischio per 40 mln di utenti

Su Spotify un bug mette a rischio gli hard disk di 40 milioni di utenti, causando un eccessivo sovraccarico dati.

(CCM) — Spotify, la piattaforma di streaming musicale più famosa al mondo è ormai da 5 mesi vittima di un bug che potrebbe arrivare a caricare anche più di 100 GB di dati sull’hard disk degli utenti (anche se non si sta utilizzando il software). Questo bug di Spotify affliggerebbe non solo i PC con sistema operativo Windows, ma anche macOS e Linux.

Il bug di Spotify risiederebbe nella stringa mercury.db e permetterebbe di scrivere in maniera permanente i dati scaricati della musica riprodotta da Spotify sulla memoria SSD o sull’hard disk, arrivando così non solo a riempire la memoria del PC, ma anche a causare danni irreparabili all’hard disk stesso e al PC.

Nonostante questi problemi siano stati segnalati già da tempo da migliaia di utenti (i primi casi risalirebbero allo scorso giugno), sembra che Spotify non abbia preso provvedimenti nel breve tempo e per questo l’azienda sembra aver ricevuto delle lamentele dagli utenti che hanno riscontrato problemi con il bug, in alcuni casi minacciando l’azienda di ricorrere per vie legali.

Dopo mesi di problemi sembra però che adesso, con la nuova versione Spotify 1.0.42 questo bug, incubo di 40 milioni di utenti nel mondo, sia stato risolto e non dovrebbero più presentarsi simili problemi. Spotify riuscirà a far tornare gli utenti che dopo il danneggiamento del proprio hard disk hanno disinstallato il software e reciso l’abbonamento o anche questo è ormai un danno irreversibile?

Foto: © Kaspars Grinvalds - Shutterstock.com