BlackBerry lancerà Neon, Mercury e Argon

AntonelloCCM il lunedì 4 luglio 2016 alle 11:26:23

BlackBerry lancerà Neon, Mercury e Argon

BlackBerry presenterà entro la fine del 2016 i nuovi modelli Neon, Mercury, e Argon con OS Android 7 Nougat.

(CCM) — BlackBerry torna sul mercato con tre nuovi modelli di fascia medio-bassa, BlackBerry Neon, BlackBerry Mercury e BlackBerry Argon, che verranno annunciati con buona probabilità alla fine del 2016. Tra le novità più interessanti di questi prossimi BlackBerry, il cambio di rotta per quanto riguarda i nomi, non più di città, ma soprattutto l’addio al sistema operativo BlackBerry OS, in favore dell’ormai più redditizio Android, nella versione Android 7 Nougat (nome ormai confermato anche da Google).

Il primo di questi BlackBerry di fascia media ad arrivare sul mercato sarà BlackBerry Neon, ovvero quello che si pensava essere il BlackBerry Hamburg, atteso per i primissimi mesi del 2017. BlackBerry Neon dovrebbe essere dotato di display FullHD da 5,2 pollici, Soc Qualcomm Snapdragon 617, RAM da 3 GB, memoria interna da 16 GB, fotocamera principale da 13 megapixel, fotocamera anteriore da 8 megapixel e batteria da 2610 mAh con Quick Charge 2.0.

BlackBerry Argon, probabile nuovo top di gamma BlackBerry, dovrebbe avere un display QHD da 5,5 pollici, processore Qualcoomm Snapdragon 820, RAM da 4 GB, storage interno da 32 GB, batteria con Quick Charge 3.0 da 3000 mAh, fotocamera posteriore da 21 megapixel e fotocamera anteriore da 8 megapixel e porta USB di tipo C. Infine, BlackBerry Mercury, smartphone con scocca in alluminio e tastiera come il BlackBerry Priv, avrà un display FullHD da 4,5 pollici, processore Qualcomm Snapdragon 625, RAM da 3 GB, memoria da 32 GB, fotocamera principale da 18 megapixel e anteriore da 8 megapixel e batteria da 3400 mAh.

BlackBerry Neon, Argon e Mercury saranno gli smartphone che rilanceranno il marchio BlackBerry, ormai "surclassato" dai competitors come Huawei, LG o Xiaomi, o non basterà nemmeno questo per far ritornare l’amore tra BlackBerry e gli utenti?

Foto: © Svetlana Dikhtyareva - Shutterstock.com