Nexus Space ecco il pesce d’aprile Google

AntonelloCCM il venerdì 25 marzo 2016 alle 13:30:02

Nexus Space ecco il pesce d’aprile Google

Google Nexus Space, ovvero Nexus 16, lo smartphone di Google recensito nel 2029 dall’astronauta Alex Scott.

Pesce d’aprile con largo anticipo per Google, che si lascia “sfuggire” una recensione “spaziale” del suo Google Nexus 16, ribattezzato Nexus Space. A lasciare il primo entusiastico giudizio è infatti un astronauta, Alex Scott che, dalla sua stazione spaziale a 400 chilometri di distanza dalla terra e 13 anni avanti nel futuro, lascia 5 “razzi” di gradimento (al posto delle solite stelline) e scrive: “Migliore app per lo spazio. Mi piace usare Habit Tracker: Goals&To-Do nello spazio. Spero in un migliore supporto per Space Design a gravità zero, quando questo avverrà, darò sicuramente sei pianeti”.

Ad accorgersi del pesce d’aprile anticipato, alcuni sviluppatori Android che, una mattina di marzo, hanno trovato la sezione Reviews From Space, ovvero “recensioni dallo spazio”, dove l’astronauta ha potuto dare il proprio giudizio sul Nexus 16. Non si sa si tratti di un errore o l’azienda di Mountain View abbia studiato il tutto per spiazzare sviluppatori e utenti, in attesa di un nuovo pesce d’aprile, la prossima settimana, ma se l’effetto era quello di stupire (e divertire), hanno centrato il bersaglio.

Il fantomatico Nexus Space presenta un display da 7,2 pollici, risoluzione che va oltre il Full HD, ovvero 3000x2000 pixel con densità 500ppi, processore a 128 bit e ben 128 GB di RAM. La caratteristica che stupisce più di quanto appena scritto, riguarda il sistema operativo: Nexus Space monterà infatti Android 6.0 Marshmallow, un sistema abbastanza stabile visto che Google nel 2029 lo preferirà ad Android N e a quelli che verranno. Questo pesce d’aprile può considerarsi come un gesto scaramantico di Google per augurare lunga vita alla gamma Nexus? Forse, ma per esserne sicuri bisognerà aspettare i prossimi aggiornamenti dallo spazio.

Foto: © iStock.