Google fa pagare le false visualizzazioni

AlessiaStrinati - 24 settembre 2015 - 14:22

Google fa pagare le false visualizzazioni

Google fa pagare gli inserzionisti che investono su Youtube anche per le visualizzazioni false dei bot.

Il Financial Times ha svelato come Google ignori deliberatamente il fatto che molte visualizzazioni di video Youtube siano false, esigendo il pagamento da parte degli inserzionisti. Un gruppo di ricercatori europei ha condotto un esperimento, postando un video su Youtube e acquistando della pubblicitàper quel video. Infine sono stati creati dei bot, software che agiscono autonomamente su Internet rispetto a dei compiti definiti, come cliccare su una data pagina. Il risultato non si è fatto attendere: nonostante Google sia molto puntigliosa sul conteggio visualizzazioni, a quanto pare chiude più di un occhio quando si tratta di bot.

L'esperimento ha dimostrato che, su due video visitati dai bot 150 volte, Google ha riconosciuto come "reali" solo 25 visite. Peccato che per AdWords, il servizio Google di pubblicità, le visite "vere" fossero ben 91. Nonostante l'algoritmo di Youtube, quindi, riconosca come false determinate visualizzazioni, Google ignora deliberatamente il dato, addebitandole agli inserzionisti.

L'accusa è grave: frode. Google ha già dichiarato di voler incontrare i ricercatori per discutere dell'esperimento. Al giorno d'oggi bastano 5 dollari per assicurarsi decine di migliaia di false visualizzazioni per i propri video. Le associazioni di pubblicitari sono sul piede di guerra. E considerando che i suoi ricavi dal traffico video superano i 4 miliardi di dollari annui, Google farebbe bene a correre ai ripari -considerata anche la crescita degli adblocker.

© Google.