Apple non è più immune dai virus

GiovannaLabati - 5 agosto 2015 - 11:44

Apple non è più immune dai virus

Una delle cose di cui Apple va più orgogliosa è la sicurezza del suo sistema operativo, inviolabile da virus e malware. Peccato non sia più così.

La minaccia si chiama Thunderstrike 2 ed è un malware che può essere installato nel Mac anche da remoto sfruttando falle del firmare. Formattare e reinstallare nuovamente il sistema operativo non serve a nulla, Thunderstrike 2 resiste anche a quello. Con una semplice verifica incrociata su Pc e Mac, i creatori di Thunderstrike hanno scoperto che alcune falle utilizzabili su Pc erano presenti anche su Mac, e da li sono entrati.

Le tre diaboliche menti dietro a tutto questo si chiamano Corey Kallenberg, Xeno Kovah e Trammell Hudson, ricercatori che si fanno beffa di Apple e di quanto ha sempre vantato: "Apple ha sistematicamente dichiarato che non erano vulnerabili agli attacchi ai firmware dei PC. Questa sessione fornirà la prova decisiva che i Mac sono in realtà vulnerabili a molti degli attacchi al firmware che colpiscono anche i PC".

Thunderstrike 2 si installa facilmente direttamente all'accensione del computer, ancora prima che venga installato il sistema operativo, rendendo vano ogni tentativo di fixing. Anche la sua diffusione è velocissima, bastano alcune mail di phishing per trasmettere il malware anche a Mac che al momento non sono in rete. Per ora comunque Thunderstrike 2 non verrà diffuso, ma ormai si sa che anche Apple è vulnerabile e questo basta.

Foto: © Creative Commons - Flickr: Warren R.M. Stuart.