Roaming, patto UE per abolizione nel 2017

GiovannaLabati il mercoledì 1 luglio 2015 alle 15:11:23

Roaming, patto UE per abolizione nel 2017

Buone notizie per chi viaggia: l'Unione Europea ha trovato un accordo sull'abolizione del roaming entro il 2017.

Non si può certo dire che sia stata una passeggiata e, di certo, non lo sarà nemmeno l'applicazione futura, ma dopo una lunghissima trattativa durata quasi 12 ore, il Parlamento Europeo ha comunicato di aver raggiunto un accordo riguardante l'abolizione dei costi di roaming all'interno dei confini dell'Unione Europea. L'abolizione del roaming è una vittoria soprattutto per tutti i turisti costretti a pagare un sovrapprezzo piuttosto alto per poter effettuare una chiamata, mandare un sms o connettersi ad internet dal proprio cellulare ogni qualvolta attraversano i confini di uno stato estero.

Grande soddisfazione per la Lettonia che chiude il suo periodo di Presidenza con un risultato importante e lascia la parte più importante al Lussemburgo sotto il cui governo verrà presentato il testo definitivo dell'accordo per la firma degli stati membri. In che cosa consiste questa nuova normativa riguardante il roaming voluta dal Parlamento dell'Unione Europea?

In pratica, dal 15 giugno 2017 saranno aboliti tutti i sovrapprezzi per il roaming che inizieranno però a diminuire già nel 2016, precisamente dal 30 aprile, e si attesteranno tra gli 0,02 euro per gli sms e gli 0,05 euro al minuto per le chiamate. Anche i costi sui dati subiranno una variazione andando a 0,05 euro per megabyte. Il Parlamento Europeo si è pronunciato anche in materia di Net Neutrality, obbligando tutti gli operatori UE a fornire a lo stesso trattamento equo a tutto il traffico.

Foto: © europarl.europa.eu