Oculus Rift apre le porte al porno

GiovannaLabati - 20 maggio 2015 - 14:35

Oculus Rift apre le porte al porno

Cosa si può fare con Oculus? Svariate cose, così tanto differenti da arrivare persino al campo della pornografia.

Inutile fare i perbenisti, dopo le prime immagini e i primi articoli dedicati alla realtà virtuale, tutti abbiamo pensato a quali stranezze si potessero fare con Oculus e sembra che adesso anche gli sviluppatori si siano messi al lavoro proprio su questi bizzarri progetti.

I primi esperimenti in realtà sono stati fatti utilizzando un Samsung Gear VR per il quale sono stati realizzati film di quella particolare categoria chiamata "point of view", cioè quelli girati come lo spettatore fosse il protagonista della scena.

Proprio perché il porno è un mercato in continua crescita, è facile intuire il successo che avranno applicazioni del genere e, proprio per questo motivo, Oculus Rift non ha alcun interesse a tagliare fuori questa fetta di mercato. Lo stesso Palmer Luckey, CEO dell'azienda, ha dichiarato nel corso della Silicon Valley Virtual Reality Conference che: "L'Oculus Rift è una piattaforma aperta. Noi non controlliamo quale software può girarci e questa è una cosa molto importante".

Foto: © Creative Commons - Flickr: Franklin Heijnen.



Ultimo aggiornamento 20 maggio 2015 alle 14:35 da GiovannaLabati.