Snapchat: "Furto di foto e video: noi incolpevoli"

RiccardoMaruti - 14 ottobre 2014 - 15:48

Snapchat:

Almeno 100mila foto rubate agli utenti di Snapchat per un volume complessivo di circa 13 Gb: l'ultimo (e gravissimo) attacco degli hacker ha colpito il celebre client di messaggistica istantanea (frequentatissimo soprattutto dai più giovani) in cui i messaggi si 'autodistruggono' nel giro di pochi secondi. Un obiettivo - proprio per questa sua specifica caratteristica - non certo semplice per i pirati del web, che pure sono riusciti ad andare a segno appropriandosi di un database davvero enorme. La preoccupazione è alta: alcune di quelle foto trafugate - anche con contenuti decisamente intimi - sono già state immesse nella Rete e presto potrebbero esserne pubblicate molte altre. Un allarme serissimo, visto che la chat è popolarissima specialmente tra gli under 17.

Snapchat ha confermato il furto, ma ha declinato ogni responsabilità: "Possiamo confermare che i server di Snapchat non sono mai stati violati e non erano la fonte di queste problematiche. Gli Snapchatters sono stati vittime del loro uso di applicazioni di terze parti per inviare e ricevere Snaps, una pratica che vietiamo espressamente nei nostri Termini di servizio proprio perché compromettono la sicurezza dei nostri utenti". Poche ore fa, infatti, il chiarimento è arrivato da parte di SnapSave, l'applicazione che permette ali utenti di salvare i contenuti inviati: foto i video sono stati hackerati proprio tramite la app.




Snapchat era stata presa comunque di mira già il gennaio scorso, quando erano stati 'piratati' nickname e numeri di telefono di oltre 4 milioni e mezzo di utenti. Ora il nuovo 'Snappening' (come il caso è stato ribattezzato), che alimenta la bufera già esplosa poche settimane fa, quando erano stati violati gli account iCloud di numerose celebrità (Jennifer Lawrence in testa) con la successiva diffusione di foto private, spesso a tema 'hard'.

Immagine © Flickr alperer16