Ello da del filo da torcere a Facebook

GiovannaLabati - 2 ottobre 2014 - 11:59

Ello da del filo da torcere a Facebook

L'ultima battaglia nel mercato dei social network si gioca tutta sulla pubblicitàe il primo a farne le spese potrebbe essere proprio il re dei social minacciato dall'arrivo di Ello.

Sono in tanti gli utenti che trovano sempre più fastidiosa la massiccia e, diciamolo, invasiva presenza di pubblicità su Facebook ed è dunque abbastanza semplice spiegare il successo di Ello, il nuovo social network sbarcato in Italia da poche settimane e balzato immediatamente in cima ai trending topics. Ello si presenta a tutti gli effetti come un'alternativa possibile a Facebook e sembra fare buon viso a cattivo gioco a tutti quelli che già lo paragonano ai defunti Diaspora e Vivaldi.

Ello è stato definito il social network dell'anonimato, dove cioè è possibile usare pseudonimi e nomi d'arte, rendendolo immediatamente il preferito da artisti, musicisti e da una buona fetta della comunità gay, sentitasi offesa da Facebook dopo che ad alcune drag queen con pseudonimo al posto del nome vero è stato disattivato il profilo. Azione che non è di certo sfuggita a Paul Budnitz, fondatore di Ello, che ha così commentato "Abbiamo seguito la vicenda nei giorni scorsi. Ello dà il benvenuto alla comunità lesbica e gay e siamo felici di vedere che così tante persone hanno deciso di trasferirsi da noi."

Ad Ello si accede soltanto su invito e, ironia della sorte, il passaparola più intenso si sta svolgendo proprio su Facebook. Nonostante l'accesso riservato, i numeri sono già degni di nota: si parla di circa 31.000 nuove iscrizioni all'ora e il numero sembra destinato a salire molto rapidamente. E voi, avete ricevuto l'invito? Cosa ne pensate di questo nuovo social network?

Photo: ©Ello

Ultimo aggiornamento 2 ottobre 2014 alle 11:59 da GiovannaLabati.